Epatologia Macomer, Ambulatorio di nuovo chiuso: la denuncia di un ammalato

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Sembra davvero non trovare pace la vicenda che riguarda l'unità epatologica del Distretto Sanitario di Macomer: da mesi infatti l'ambulatorio sarebbe di nuovo chiuso.

Una situazione che si trascina da anni e che vede coinvolti centinaia di pazienti ammalati di Epatite C del Marghine che, si potrebbe dire, sono letteralmente abbandonati al proprio destino.

Ancora una volta a denunciare la situazione è un paziente bolotanese, che ci fa sapere che non è riuscito a prenotare la periodica visita medica alla quale tutte le persone affette da Epatite C sono obbligate a sottoporsi ogni 6 mesi per monitorare l'evolversi della malattia.

Il dottor Arcadu – ci dice G.M. - ha gestito il servizio fino a qualche mese fa. Ora l'unità macomerese è di nuovo scoperta. A Nuoro non c'è posto e non si può prenotare: dove dovrebbero andare i 600 pazienti del territorio?

Il presidio era stato riaperto nel Febbraio del 2015 dopo 2 anni di sospensione, ma già nel 2016 sarebbe arrivata la chiusura : “ aspetto da 7 mesi di potermi sottoporre ad una visita – ci dice ancora G.M. - ho fatto il fibroscan a Sassari ma ora non ho un epatologo di riferimento dal quale recarmi. Ho tra l'altro appreso che anche per sottoporsi ad un eco addome potrebbero esserci problemi. Mi rivolgo a tutte le persone che come me sono affette da questa patologia: alziamo tutti insieme la voce di fronte a questa gravissima carenza sanitaria!”.  

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK