Macomer si aggiudica 1 Milione di Euro per l'Efficientamento Energetico: nel progetto, anche una stazione per la ricarica delle auto elettriche

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA


MACOMER. Un finanziamento da 999.591,12 Euro, un 13° posto nella classifica dei 52 enti finanziati su 259 ed un progetto che servirà a realizzare una sorta di rivoluzione energetica in alcuni edifici pubblici della città: è il risultato incassato dal Comune di Macomer, che ha partecipato al bando “Energia sostenibile e qualità della vita” finanziato con i fondi POR FESR 2014/2020. 
Cofinanziato dal Comune per 150 mila Euro, il progetto prevede un intervento di efficientamento energetico sulla scuola elementare, sulla palestra, sui due campi di calcio e suoi relativi spogliatoi di Sertinu. Sempre a Sertinu è prevista l'installazione di una stazione di ricarica per le vetture elettriche e lo stesso Comune si doterà di due mezzi elettrici
Il Centro Polifunzionale e, successivamente, la piscina comunale, saranno invece resi autonomi dal punto di vista energetico attraverso una microgrid alimentata da due impianti, uno mini-eolico e uno fotovoltaico, che tramite un sistema di accumulo ne garantirà il fabbisogno. 
Ancora, nella scuola di Sertinu, al pari di quanto già realizzato in quella di via Roma, si procederà alla sostituzione dell'attuale gruppo termico con un sistema alimentato a cippato di legno, un combustibile che il Comune ricava dalla pulizia del Monte di Sant'Antonio, col quale si alimenterà una rete di riscaldamento utile anche per le altre vicine strutture pubbliche. 
Complessivamente, il progetto è finalizzato alla creazione di un sistema intelligente basato su una rete di informazione e una di distribuzione, che consente una gestione dell'energia elettrica razionale ed economica, smart grid appunto. 
«Un progetto di altissima valenza ecologica ed innovativa – commenta l'assessore Marco Manusche consentirà di promuovere l'ecosufficienza e la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici, incrementando l'energia prodotta da fonti rinnovabili». 
Nel Marghine, oltre a Macomer, hanno ottenuto il finanziamento regionale per progetti di efficientamento energetico anche il Comune di Dualchi, 28° in graduatoria, che incassa un contributo di 351.703 Euro per un cofinanziamento di 300 Euro e quello di Bortigali, 30° in graduatoria, che avrà a disposizione 1.080.278 Euro con un cofinanziamento di 55.277 Euro. 
Restano fuori dai primi 52 enti finanziati invece Noragugume, Sindia, Bolotana e Borore. 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK