Bolotana "non è un paese per bambini?": alcune mamme segnalano la tendenza e chiedono una riflessione

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

BOLOTANA. Indesiderati perché disturbano: sono ormai sempre meno i bambini che giocano per le vie del paese di Bolotana, eppure la presenza dei pochi rimasti parrebbe essere in molti casi non gradita.

Il racconto, per certi versi emblematico, arriva dal pieno centro storico di Bolotana: un luogo che ha vissuto certamente anni migliori e che oggi soffre di uno stato di abbandono e di progressivo spopolamento.

Non ci sono più da tempo i numerosi gruppi di ragazzi ad animare i viottoli dei diversi rioni e i pochi giovani delle diverse zone del paese, ora che le scuole sono finite, si danno appuntamento per ritrovarsi, dopo cena, e trascorrere qualche ora insieme. Sono poco più che bambini e non più tardi delle 23 faranno ritorno a casa. Ovunque stazionino per giocare però pare non trovino un'accoglienza calorosa, finendo di frequente per essere scacciati in malo modo. Questo almeno è quello che ci raccontano alcuni genitori con la speranza che si possa aprire una riflessione pubblica su un argomento forse un poco trascurato.

Ormai non si sopporta più niente – ci dice una mamma – il vociare dei bambini che giocano in strada sembra essere diventato un fastidio per molti. Se facessero dei danni, potrei anche capire le lamentele, ma qui il problema sembra essere la semplice presenza, le chiacchiere, il gioco del pallone, le corse. Dove dovrebbero andare a giocare i nostri figli? O non gli si può permettere neanche più di giocare in strada? Dobbiamo rinchiuderli in casa?”.

Domande che riguardano la vita quotidiana delle famiglie e che forse dovrebbero interrogare un po' tutti i cittadini che abitano la comunità che, inevitabilmente, contribuiscono a plasmare.

Ci piacerebbe che si potesse discutere di questi temi – prosegue il genitore – e ci piacerebbe che potesse trovarsi una soluzione equilibrata che possa rispettare le posizioni di tutti senza violare il diritto dei bambini al gioco. Se il Comune individuasse un'area a tal scopo per esempio … ”.

L'invito al confronto è lanciato.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK