Il CPR di Macomer prende forma: doppia recinzione esterna e Nucleo di Pronto Intervento

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Saranno 50 i primi migranti irregolari che arriveranno a Macomer appena la struttura carceraria di Bonu Trau sarà trasformata ed adattata per il nuovo Centro di Permanenza e Rimpatri: è questa la notizia principale che emerge dalla conferenza di servizi svoltasi questa mattina ed alla quale hanno partecipato i rappresentanti di Vigili del Fuoco, Genio Militare, Questura, Prefettura, consulenti del Ministero, tecnici del Comune e il Sindaco di Macomer Antonio Onorato Succu.

Tempi stretti dunque per rendere la struttura compatibile con la nuova destinazione d'uso: i lavori inizieranno a brevissimo e dal tavolo operativo emergono particolari rilevanti.

Anzitutto, sul versante sicurezza: la parte esterna della struttura detentiva avrà un doppio perimetro di recinzione, nel quale sarà attivata una sorveglianza garantita dalle forze dell'ordine 24 ore su 24. Su proposta della Questura, condivisa anche dal Comune di Macomer, questo servizio di vigilanza sarà affiancato da uno specifico Nucleo di Pronto Intervento che avrà competenza sullo spazio compreso tra la prima e la seconda recinzione.

Confermata dunque la natura detentiva del Cpr, che sarà organizzato in maniera tale da non consentire ai suoi ospiti di uscire se non debitamente scortati.

Non solo sicurezza però: al tavolo si è discusso anche dell'organizzazione interna del CPR, prevedendo spazi dedicati sia al culto religioso che alle diverse attività ludiche e ricreative.

Il Cpr di Macomer, a fronte dell'incontro di questa mattina e dell'imminente avvio dei lavori sulla struttura, si farà.

Il sindaco di Macomer Antonio Onorato Succu, a margine dell'incontro, ha commentato: «la conferenza si è svolta in coerenza con quanto già dichiarato da RAS, Comune, Prefettura e Ministero. Verrà riattivato l'ex carcere e sarà in campo l'unico vero deterrente verso gli sbarchi diretti i Sardegna e verso la presenza di clandestini nel territorio».

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK