Indagare lo Spopolamento: anche il giornalista di Presa Diretta per la Summer School Resiliente

| di a cura della Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

MACOMER. Indagare, scandagliare e sviscerare quel fenomeno drammatico che ha un impatto tale da minare la stessa esistenza dei Paesi e farlo nella logica resiliente, con la volontà d'incidere positivamente scovando nuove strade possibili per invertire la rotta: è la Summer School suSpopolamento e Migrazioni che si svolgerà nell'ambito del 4° Festival della Resilienza di Macomer dal 25 Agosto al 1° Settembre.

Tematica urgente ed ormai inevitabile quello sullo svuotamento progressivo delle zone interne dell'Isola e dei piccoli Comuni, dalla cui evoluzione dipenderà il futuro di molte aree della Sardegna: per questo i ragazzi dell'Associazione ProPositivo hanno deciso di inserirla nel ricco programma che anche quest'anno vedrà Macomer come snodo ideale dei movimenti artistici, intellettuali e culturali che, sul filo della Resilienza, sprigioneranno preziose energie positive sul territorio.

Partendo dal caso-studio di Macomer e del Marghine e attraverso la produzione di materiale visuale, fotografico e scritto , lo Spopolamento sarà al centro di una vera e propria inchiesta giornalistica il cui obiettivo è fornire uno spaccato del fenomeno delle migrazioni (in uscita ma anche in entrata), indagando i nessi causa-effetto e scovando le azioni concrete e gli esempi virtuosi che possano fungere da argine al progressivo svuotamento dei luoghi.

Un progetto che vede la collaborazione di La Stampa Tuttogreen, Linkiesta, IlMarghine.net, FIMA, Libreria Emmepi e FilmForce e vedrà operare sul campo il giornalista del programma RaiPresa Diretta Danilo Proccaccianti, il Direttore Linkiesta Francesco Cancellato, la responsabile de IlMarghine.net Giulia Serra, il fotografo e artista Gianluca VassalloNevina Satta di Sardegna Film Commission e Antonello Trovato di FilmForce.

La Summer School è aperta a tutti, e la chiamata è rivolta in particolare agli studenti, ai giornalisti, ai fotografi e ai videomaker che vogliono studiare ed approfondire la tematica. Per partecipare è necessario iscriversi entro il 26 luglio.

Rigenerare, innovare, stimolare: il Festival della Resilienza si prepara per l'edizione 2018 e guarda con attenzione alla necessità di creare nuove sinergie da sviluppare in un territorio che ha ampi spazi per ripensarsi e rinnovarsi.

a cura della Redazione

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK