Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Nasce il Consorzio nazionale “Metodo Nobile”: Sulas (Gal Marghine) è il Presidente

| di Consorzio nazionale “Metodo Nobile”
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

Si è costituito, il 23 agosto scorso, presso il Comune di Sant’Angelo dei Lombardi (AV), il Consorzio nazionale “Metodo Nobile” (Me.No) che nasce con l'ambizione di proporre un nuovo – ma allo stesso tempo molto tradizionale - approccio produttivo e commerciale al mondo delle aziende agro-alimentari per valorizzarne, anche economicamente, la qualità dei prodotti. Un approccio, basato sulla trasparenza di un metodo e di un disciplinare di produzione capace di dare il giusto valore al lavoro delle aziende agricole e di incontrare al contempo le esigenze sempre attente dei consumatori.

Soci del Consorzio sono produttori e trasformatori di materie prime di diverse Regioni e de diversi comparti del settore agricolo: latte, formaggi, carne, ortofrutta, olio, vino, cereali, farine ecc.

Il Consiglio di amministrazione del neo-costituito Consorzio rispecchia al meglio, nella sua composizione, la varietà delle realtà produttive che hanno dato vita all'iniziativa. Il loro spiccato orientamento imprenditoriale sottolinea, inoltre, la filosofia a cui Il Consorzio vuole attenersi nella sua attività.

A presiederlo saràSergio Sulas, imprenditore zootecnico di Bolotana (NU), oltre che presidente del GAL Marghine. Con lui lavoreranno, nel Cda,  Maria Francesca Di Benedetto, imprenditrice viti-vinicola e amministratrice della Soc. Tunia di Arezzo, Oscar Leonessa, amministratore del Pastificio Artigianale Leonessa di Cercola (NA), Giuseppe Messina, presidente Associazione Latte nobile ALNI (i cui soci, produttori e imprenditori  di Latte Nobile, sono confluiti per intero nel neonato Consorzio),  Mario Salzarulo, coordinatore  del GAL Consorzio Agenzia di Sviluppo Locale. Revisore unico sarà Valerio Scarpati, commercialista di Napoli, Presidente della cooperativa di produzione e lavoro “Progetto Nuova Impresa”. L'organo amministrativo sarà coadiuvato da un Comitato tecnico scientifico che si avvale della presenza di ricercatori dell'Università Federico II di Napoli, dell'Università di Sassari e di altri Centri di Ricerca in agricoltura.

Meno quantità e più qualità” è il motto che può sintetizzare al meglio la filosofia del Consorzio Me.No: partendo dal principio che la qualità della materia prima nel settore agro-alimentare sia diversa da realtà a realtà e che il livello qualitativo delle produzioni dipenda dal metodo di produzione, il Consorzio propone ai propri associati, il rispetto di un disciplinare (vedi allegato) che, riducendo le quantità e abbandonando metodi inquinanti, punti tutto sulla qualità del prodotto. Il disciplinare, semplice ma efficace, permette di ottenere la qualità desiderata ed è stato messo a punto per l'ANFoSC (Associazione Nazionale Formaggi Sotto il Cielo) da Roberto Rubino, che diANFoSC è presidente oltre ad essere direttore della rivista CASEUS e già responsabile dello storico Istituto di Zootecnia di Bella (PZ). Scopo istituzionale del Consorzio sarà quello di valorizzare dunque le produzioni di nicchia e di qualità derivanti dall’agricoltura estensiva italiana, che non utilizza diserbanti, pesticidi e altre pratiche di forzatura valorizzando la biodiversità del nostro territorio. Il Consorzio vuole programmare azioni in comune per affermare, diffondere, tutelare, promuovere il consumo, in Italia e all’estero, dei prodotti “Me.No. ®”, e accrescerne l’immagine e la notorietà, fornendo, per la tutela dei consumatori, precise garanzie sul livello qualitativo del prodotto in modo definito, chiaro e certificato. La percezione del livello qualitativo del prodotto da parte dei consumatori, rappresenta il valore aggiunto, anche di tipo etico e culturale, in grado di riflettersi in valore economico per quegli operatori che s’impegnino ad adottare il “Metodo Nobile”. In altri termini: lavorare nel settore agricolo, soprattutto nelle piccole e micro imprese deve essere o deve ridiventare etico ed economicamente dignitoso.

Con questa filosofia il Consorzio promuoverà nuovi percorsi di filiera che consentano di raggiungere in maniera più efficace il consumatore finale attraverso l'uso dipiattaforme di commercio elettronico, la valorizzazione della vendita diretta e i mercati di prossimità, la costruzione di nuovi rapporti di fornitura con operatori professionali di filiera. Stabilire un nuovo patto: garanzia e certezza di qualità in cambio di un prezzo equo.

L'iniziativa nasce a seguito dell'esperienza, già consolidata, di quella del Latte Nobile, ai cui principi s'ispira, e riguarda tutti i comparti agro-zootecnici i cui prodotti siano stati ottenuti secondo il  disciplinare semplice, ma rigoroso, predisposto dal Consorzio e ispirato al minor uso, quando non l'assenza, di diserbanti, prodotti di sintesi, irrigazioni, ogm, ecc. intendendo con ciò dar valore non tanto alle quantità prodotte, ma alle loro qualità intrinseche, quali la presenza nei prodotti di beta caroteneomega3,polifenoli, ecc.  Trattandosi di produzioni derivanti dall'intero comparto agricolo e dalle sue variegate espressioni, animali e vegetali, i disciplinari dei prodotti che entreranno a far parte del paniere "Metodo Nobile" avranno una parte in comune ed una specifica.

L'ANFOSC (Associazione nazionale formaggio sotto il cielo) che in questi anni ha studiato e costruito il Metodo Nobile, ne ha registrato il marchio che ha poi ceduto al Consorzio e cioè ai produttori, che lo gestiranno con l'obiettivo di diffonderlo in Italia e all'estero.

Consorzio nazionale “Metodo Nobile”

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK