Cantieri Verdi a Macomer: 1 Milione e 700 Mila Euro per 124 assunzioni

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Ammonta a 1.724.000 euro il pacchetto a disposizione del Comune di Macomer per l'aumento, la manutenzione e valorizzazione del patrimonio boschivo.

Uno stanziamento corposo che consentirà di assumere nell'anno in corso 124 unità lavorative, suddivise su due turni di lavoro da sei mesi ciascuno, il primo dei quali dovrebbe partire entro il mese di Febbraio.

L'organizzazione del lavoro dei cantieri è stata rimodulata: grazie ad una riduzione delle ore di lavoro giornaliere – fissate in 5 ore da svolgersi nell'arco della mattinata per 6 giorni alla settimana – il cantiere si prolungherà per 6 mesi, consentendo così agli assunti con contratto a tempo determinato di accedere agli indennizzi di disoccupazione. Il contratto inoltre consente al lavoratore di recuperare le eventuali assenze per malattia, in modo tale da raggiungere il numero totale delle ore lavorative previste per poter usufruire, al termine dei sei mesi, alla disoccupazione.

Arriva dunque dai cosiddetti Cantieri Verdi la boccata d'ossigeno per l'occupazione in città, che consentirà di avviare interventi non solo sulle aree montane, ma anche nei principali parchi urbani.

Nel dettaglio, il progetto presentato Venerdì mattina dalla Giunta Comunale nel corso di una conferenza stampa, interesserà il parco del Monte di Sant'Antonio, dove è prevista la perimetrazione delle due aree principali, la sistemazione dei tavoli già esistenti, la realizzazione di fontanelle per l'acqua, la pulizia del sottobosco e la realizzazione di uno spazio dedicato ai giochi dei più piccoli. Per i collegamenti con l'area archeologica di Tamuli, verranno ripristinate le strade verso Fiorosu e Bara, ma è prevista anche la messa in funzione del serbatoio antincendio e la piantumazione di nuove specie per il rimboschimento.

Manutenzione, pulizia e messa a dimora di un serbatoio per la riserva idrica è prevista nel centro faunistico sa Rocca Rugia. Potature e miglioramenti boschivi saranno realizzati in località Bara, nei terreni in concessione ad Agris e negli spazi della fiera zootecnica.

Il progetto interessa però anche il perimetro urbano, con tutta una serie di interventi che riguardano gli spazi verdi della città: oggetto dei lavori saranno i giardinetti di viale Pietro Nenni, il parco di via Piemonte, nel quale si attrezzerà uno spazio ludico destinato allo svago dei bambini e un'area cani, e la Pineta Albano, nella quale si procederà alla piantumazione di nuove specie arboree, alla cura e sistemazione di quelle già esistenti, alla realizzazione di percorsi pedonali, panchine e fontanelle. All'interno del sito, anche in questo caso, sarà delimitata un'area destinata ai cani.

Anche l'area del campetto di Scalarba, così come il parco di Sertinu, gioveranno di un intervento di messa a dimora di nuove specie arboree, di una recinzione in legno con siepe e di uno spazio per lo svago con panche e tavoli.

Nella fascia parafuoco confinante con le abitazioni di Scalarba è previsto un intervento di ripristino e pulizia dei luoghi, così come nelle aree del campo sportivo di Sertinu e del palazzetto dello sport, di via de Chirico via Caravaggio, via Modigliani, parco di Santa Maria e rotonda di via Berlinguer.

Si tratta di interventi di grande importanza – ha spiegato l'Assessore ai Lavori Pubblici Mariano Cadoni esponendo il progetto – che ci consentono non solo di occupare un numero importante di persone, ma anche di tutelare e valorizzare i nostri beni ambientali, culturali e archeologici”.

 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK