Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Macomer. Polemiche dopo la nevicata, il Forum per la Rinascita: “doveva intervenire la Ciclat, è un obbligo contrattuale”

| di di Forum per la Rinascita di Macomer
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

MACOMER. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa a firma del Forum per la Rinascita di Macomer sui disagi patiti in città a seguito dell'intensa nevicata di Giovedì 24 Gennaio.

Riteniamo necessarie alcune considerazioni sui gravi disagi vissuti ieri in Città  per effetto di un’intensa seppur breve nevicata, peraltro prevista nell’allerta meteo della Protezione civile, tanto che già dalla sera prima il sindaco con una propria ordinanza aveva disposto la chiusura delle scuole cittadine ed il Comune aveva ritenuto utile  impartire dettagliate istruzioni ai cittadini su come comportarsi in caso di neve.

Peccato che l’Amministrazione comunale sia stata tanto zelante nel precisare  ciò che avrebbero dovuto fare i cittadini di fronte a questo episodio di maltempo, ma si sia invece completamente scordata dei provvedimenti che ricadevano nella propria competenza. 

Infatti sarebbe bastato spargere il sale sulle strade in via preventiva già  dalla notte prima ed allertare per un pronto intervento dei mezzi attrezzati per la rimozione della neve, per evitare la paralisi della circolazione ed il blocco degli  accessi alla Città. Ugualmente, se nel  corso del pomeriggio – quando la pioggia si è progressivamente sostituita alla neve – fosse stata rimossa dai marciapiedi la poltiglia che li rendeva assolutamente impraticabili, si sarebbero potuti evitare tanti disagi per i pedoni e la formazione durante la notte  di pericolosi strati di ghiaccio che  in tanti punti della  città hanno intralciato gli spostamenti per quasi tutta la mattinata odierna, come descritto dalle foto allegate.

La cosa più sconcertante è data dal fatto che l’attuazione di questi interventi non richiedeva né risorse, né iniziative straordinarie, ma soltanto un minimo di attenzione e di zelo. Infatti, i provvedimenti di adottare in caso di nevicate sono dettagliatamente previsti nel contratto di servizio di igiene urbana sottoscritto con la CICLAT e consistono “nella rimozione meccanica della neve accumulata sui sedimi stradali, nella raccolta della neve sui marciapiedi delle strade urbane principali interessate da intenso traffico e nello spargimento del sale su tutti i marciapiedi”. 

Tali lavori sono a carico dell’appaltatore  fino ad un massimo di dieci interventi all’anno, mentre rimane a carico del Comune soltanto la fornitura del sale.

Ci sembra un ulteriore caso – che si aggiunge agli altri da noi segnalati anche di recente - di incomprensibile  tolleranza da parte della Giunta comunale rispetto alla mancata attuazione da parte della CICLAT di precisi obblighi contrattuali, per i quali viene puntualmente corrisposto un corrispettivo annuo di circa 1,5 milioni di  euro, posto totalmente a carico  dei contribuenti attraverso la TARI. Crediamo sia compito del Consiglio comunale accertare eventuali responsabilità e fare in modo che tali situazioni incresciose non abbiamo a ripetersi in futuro, considerato anche il probabile ripetersi anche a breve di analoghe condizioni di maltempo.

                                                                                  Forum per la Rinascita 

di Forum per la Rinascita di Macomer

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK