Bolotana. Il Festival Folk dell'associazione Ortachis nel circuito mondiale che collabora con l'Unesco

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

BOLOTANA. “Abbiamo raggiunto un obiettivo importante spinti da una consolidata esperienza sia come gruppo che come persone che lavorano da anni per la divulgazione della cultura popolare”: con queste parole l'Associazione Folk Ortachis di Bolotana guidata dal Presidente Antonello Zolo ha annunciato di aver appena incassato il prestigioso inserimento del Festival “Incontro di danze e tradizioni popolari nel circuito internazionale del CIOFF, il "Conseil International des Organisations de Festivals de Folklore et d´Arts Traditionnels", un'organizzazione internazionale culturale non governativa istituita in Francia nel 1970 e che, grazie alla sottoscrizione di specifici accordi formali, collabora fattivamente con l'Unesco, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura istituita nel 1945 allo scopo di promuove la pace e la comprensione tra le nazioni attraverso l'istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l'informazione.

Un riconoscimento che arriva a seguito di una lunga ed instancabile attività che da decenni l'associazione Ortachis porta avanti nel solco del rispetto della tradizione e che l'ha vista rappresentare, nei palchi di mezzo mondo, la cultura popolare della Sardegna e di Bolotana.

Un gruppo, quello dell'Ortachis, costituito da una quarantina di persone che hanno scelto di non limitarsi al solo esercizio di rappresentanza, ma di farsi organizzatori attivi di quello che è diventato un appuntamento fisso dell'incontro tra popoli e culture internazionali nel centro della Sardegna: il Festival Folk Internazionale più longevo di tutta la Provincia e che da 26 anni si svolge nel paese di Bolotana.

È proprio questo appuntamento annuale, già inserito dal 2005 nel cartellone dei grandi eventi d'interesse turistico finanziati dalla Legge 7/1955 della Regione Sardegna e riconosciuto all'interno del gruppo di lavoro dei Festival Internazionali dell'Unione Folclorica Italiana, ad aver incassato un posto nell'autorevole organizzazione mondiale del CIOFF.

Soddisfazione a parte, il Gruppo Folk si prepara all'organizzazione della 27^ edizione della manifestazione, che quest'anno si terrà nei giorni 18, 19 e 20 Luglio.

Nel frattempo l'associazione continua a seminare e dal mese scorso sono ripresi i corsi di ballo sardo riservati ai bambini e ai giovanissimi, con l'appuntamento settimanale del Venerdì sera presso gli spazi delle ex Scuole Medie. Su questo versante il gruppo è riuscito ad ottenere un coinvolgimento veramente straordinario sia tra i giovani – che in questi ultimi anni sono diventati il nucleo dell'accoglienza e dell'incontro dei tanti ospiti internazionali - sia tra i più piccoli: basti pensare che sono una cinquantina i bambini che fanno parte del gruppo Mini Folk Ortachis.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK