Bolotana. Dal pane nuragico alla fusione del bronzo: la corte di San Bachisio ospita il laboratorio di Archeologia Sperimentale

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA
Laboratorio "Pane Nuragico"

 

BOLOTANA. Non solo riti religiosi e festeggiamenti civili: quest'anno la festa in onore di San Bachisio si arricchisce di un nuovo tassello decisamente originale che, ponendo come nucleo essenziale la storia e la cultura nuragica, mira a diffondere la conoscenza attraverso il coinvolgimento diretto dei partecipanti.

È la Giornata di Archeologia Sperimentale - disciplina complementare all’archeologia tradizionale che tenta di verificare, mettendole in pratica, le antiche tecniche produttive e costruttive - condotta dal Laboratorio Ripam dell'Università degli Studi di Sassari e che vedrà, Sabato 4 Maggio, i ragazzi delle scuole di Bolotana, Lei, Silanus e Bortigali cimentarsi in diversi laboratori guidati da archeologi e ricercatori che svolgono sperimentazioni in diversi ambiti legati alla preistoria e protostoria della Sardegna.

Un tassello che anticipa, come una sorta di anteprima, il programma ufficiale dei densi festeggiamenti in onore di San Bachisio e Sant'Isidoro che si svolgeranno da Giovedì 9 a Sabato 11 Maggio.

L'iniziativa è del Comitato SS Bachisio e Isidoro, composto quest'anno dalle leve del Nove e guidato dalla Presidente Fina Mameli, e ad ospitare la particolare manifestazione sarà la corte della chiesa campestre dedicata al santo guerriero al quale i bolotanesi sono particolarmente devoti, nella quale già dalle 9.30 del mattino i partecipanti si caleranno in vere e proprie sperimentazioni di panificazione e di fusione dei metalli che li riporterà indietro nel tempo fino alla preistoria.

I laboratori che andranno in scena sono tre: la fusione del bronzo, il laboratorio di ceramica e quello del pane nuragico.

Un'intera giornata all'insegna dei saperi e delle tecniche, tutte da scoprire, che furono del popolo nuragico, alla quale faranno da contorno una serie di iniziative: immancabili le esposizioni dei prodotti locali e la possibilità per tutti di pranzare in loco.

Nel pomeriggio, mentre proseguiranno i laboratori del pane e della ceramica, dalle 15.30 inizieranno anche le visite guidate dai ragazzi delle scuole all'interno della Chiesa di San Bachisio, monumento che conserva al suo interno i particolarissimi bassorilievi dal sincretismo esibito che lo rendono un sito di eccezionale unicità.

Ancora, sempre negli spazi della corte, il pomeriggio sarà animato da una gara a premi di Tiro con l'Arco rivolta a bambini ed adulti organizzata dall'associazione Tiro con l'Arco del Meilogu.

La lunga serata a San Bachisio proseguirà con Tania Fodde e Stefano Ortu che, a partire dalle 21.30, cureranno l'intrattenimento con le musiche e i balli della tradizione sarda.

Il trasporto dei ragazzi ospiti provenienti dalle scuole di Lei, Silanus e Bortigali sarà curato dall'azienda Max Viaggi, che ha messo a disposizione il servizio per assicurare la presenza di tutti gli studenti.

Il giorno successivo, Domenica 5 Maggio, il Comitato di SS Bachisio e Isidoro ha voluto organizzare un'altra iniziativa che guarda alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio locale: grazie alla collaborazione con l'Istituto BR Motzo di Bolotana, dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30, tutte le chiese del paese di Bolotana resteranno aperte e saranno visitabili con la speciale guida degli studenti bolotanesi.

Una due giorni curata dal Comitato che ha scelto di muoversi nel solco della cultura e che anticipa di fatto l'avvio dei festeggiamenti che, attesissimi, si rinnoveranno la prossima settimana.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK