Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Macomer. Danneggiamenti agli omini del MacoGame, gli studenti e le associazioni giovanili condannano l'accaduto

di Enrico Castori, Umberto Guiso e Gian Luca Atzori

| di di Enrico Castori, Umberto Guiso e Gian Luca Atzori
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

MACOMER. Sabato 1 giugno si è svolta a Macomer la Festa dell'arte, un evento organizzato dal comitato studentesco dei principali istituti secondari del paese, dal Forum Giovani, dall'Associazione ProPositivo e patrocinato dal Comune. Il fine dell'iniziativa era quello di mettere al centro l'espressività dei giovani del territorio, riportando un evento culturale che ha segnato la crescita di numerose generazioni nella comunità.

La festa svoltasi al Centro Servizi Culturali è stata partecipata e priva di incidenti. Tuttavia, poche ore prima dell'alba alcuni ignoti hanno commesso degli atti vandalici nel centro e all'entrata del paese, danneggiando delle strutture appena allestite per la promozione della Fiera del Gioco Macogames, primo grande evento dedicato alla storia, evoluzione e importanza del gioco, che si terrà dal 7 al 9 giugno al Centro Polifunzionale.

Il comitato studentesco e le associazioni giovanili condannano con forza gli atti vandalici mostrando totale solidarietà all'amministrazione, alla Proloco, alla Biblioteca e l'associazione Macomente - afferma il Presidente del Comitato Studentesco Enrico Castori - è stato investito tempo, energie e denaro per un iniziativa di alto valore sociale e culturale per la città. Ci dispiace soprattutto perché quando ci si impegna per portare innovazione, questi avvenimenti possono drenare la speranza e portare parte della società ad auto-squalificarsi, facendo passare un'immagine distorta dei giovani, i quali invece, per la maggior parte non concordano con tali atteggiamenti”.

“La condanna nasce soprattutto alla luce delle diverse azioni messe in campo nell'ultimo periodo nella prevenzione dei fenomeni di devianza giovanile - spiega il presidente dell'Ass. ProPositivo Gian Luca Atzori - Oltre 50 giovani dai 14 ai 30 anni, si sono mobilitati per mesi per riuscire a creare un offerta culturale capace di mettere insieme arte, musica e società, dando rilevanza a tematiche sensibili e attivandosi con progetti concreti. Per questo se da una parte condanniamo il gesto vandalico di un singolo, dall'altra non possiamo esimerci dal biasimare chi generalizzando e colpevolizzando tutte le nuove leve, compie un atto di vandalismo generazionale e culturale”.

Stiamo infatti lavorando per comprendere al meglio le problematiche che affliggono il mondo giovanile - aggiunge il presidente del Forum Giovani Umberto Guiso - da indagini sociali o incontri con importanti personalità come Gianpietro Ghedini dell'Associazione Ema Pesciolinorosso, impegnata da anni nella sensibilizzazione dei più giovani verso tematiche come la devianza e la tossicodipendenza con un incontro testimonianza che si terrà il 7 giugno al Centro Servizi Culturali e che siamo sicuri possa essere importante per il percorso di crescita e riflessione su queste tematiche per i ragazzi”.

Enrico Castori, Presidente Comitato Studentesco

Umberto Guiso, Presidente Forum Giovani Macomer

Gian Luca Atzori, Presidente Ass. ProPositivo

di Enrico Castori, Umberto Guiso e Gian Luca Atzori

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK