Macomer. Domenica alle ex Caserme Mura il debutto di "Gatti", lo spettacolo teatrale del progetto educativo "Crescere Danzando"

| Categoria: Attualità
STAMPA
Lo spettacolo dello scorso anno, "Alice"

 

MACOMER. Debutterà Domenica 9 Giugno alle ore 21.30 presso il Padiglione Tamuli delle ex Caserme Mura lo spettacolo teatrale “Gatti”, prodotto dal Progetto Didattico ed Educativo “Crescere Danzando” nato lo scorso anno all'interno dell’Oratorio Maria Ausiliatrice di Macomer.

Andrà in scena grazie alla collaborazione con il Comune di Macomer e al sostegno dei negozi di e dei cittadini di Macomer.

Ispirato al celebre Musical “Cats” di Andrew Lloyd Webber, basato sul libro “Il Libro Dei Gatti Tutto Fare” di Thomas Stearns Eliot, lo spettacolo di danza di Giampaolo Salis affronta i temi dell’amicizia, della crescita e della maturazione personale, del perdono e della forza di gruppo. A salire sul palco saranno gli allievi del progetto Crescere Danzando: “sarà un grande evento di richiamo culturale e sociale, rivolto soprattutto ai giovani e adatto a tutte le fasce di età, con rilevanza locale e provinciale” - fanno sapere gli organizzatori. Dopo la prima macomerese, lo spettacolo sarà disponibile per eventi ed esibizioni in altre città ed è prevista anche una piccola tournée in vari Oratori della Sardegna.

Il PROGETTO Il Progetto Didattico ed Educativo “Crescere Danzando”, nasce nel giugno del 2018 all'interno dell’Oratorio Maria Ausiliatrice in collaborazione con l’Istituto Madonna di Bonaria delle Figlie di Maria Ausiliatrice e con il sostegno dei negozi di Macomer, non persegue scopi di lucro e propone l’insegnamento della Danza a Livello Sportivo Dilettantistico Amatoriale. Al Progetto lavorano Animatori / Educatori esperti nello studio e nell'insegnamento della Danza, con competenze acquisite dopo anni di studi e di insegnamento, grazie ai quali possiedono una ricca e vasta formazione educativa. Vengono utilizzati programmi didattici approvati e usati da le più importanti accademie di Danza italiane. Il Progetto prevede il raggiungimento di obiettivi Educativi di Impegno/Partecipazione, di Comportamento/Disciplina e Tecnici/Didattici (Atletici, Fisici, Tecnici) prefissati in fasce di età. Divulghiamo la Danza, considerandola come fattore sociale altamente formativo, e strumento di comunicazione tramite il corpo, trasformando le informazioni sensoriali attraverso lo specifico linguaggio della danza. Abbiamo come obbiettivo l’insegnamento e lo studio della Danza, in un ambiente sano, educativo e familiare nel quale crescere assieme, divertendosi e mettendo in comune la propria passione, attraverso un percorso di crescita e di maturazione.

Lo SPETTACOLO Tratto dal celebre musical “Cats” di Andrew Lloyd Webber, che andò in scena in prima mondiale al New London Theater nel West End di Londra l'11 maggio 1981 rimanendoci per ben 20 anni e riscuotendo un grandissimo successo in tutto il mondo, in più di 26 paesi. Questa nuova versione ideata, diretta e coreografata da Gianpaolo Salis, assieme al suo Team Creativo, un gruppo di giovani esperti del mondo della Danza, della Musica e del Teatro, è ricca di emozioni, energia ed acrobazie. Conta ben 18 cambi di scena, 120 cambi luce, un impianto scenografico di 8 metri, proiezioni ed effetti speciali, 4 mesi di preparazione atletica e tecnica, 2 mesi di progettazione, 5 mesi di allestimento, con un totale di 200 ore di prove.

La TRAMA E’ notte. Come ogni anno, i gatti della tribù Jellicle, un gruppo forte e affiatato, si sono dati appuntamento al chiaro di luna per la loro festa tradizionale annuale. Questa è una notte davvero speciale: gli umani assistono alla festa dei gatti. Durante la festa, i gatti Jellicle si presentano e raccontano le loro storie, sono quasi tutti bianchi e neri e hanno una taglia abbastanza modesta, sono agili e bravissimi acrobati. Abbastanza quieti nelle ore del mattino, aspettano che spunti la Luna Gattiginosa per mostrare le loro doti e abilità gattesche, pieni di forza e di energia, furbi e intelligenti. Tra loro c’è anche Grisabella, un tempo gatta affascinante, ora malconcia ed evitata da tutti, per aver deciso di diventare tempo fa da gatto Jellicle, quindi buono, un gatto cattivo, che vive nell’ombra e nel male. Ormai si sta rendendo conto che per le sue scelte sta vivendo da sola, o con gatti che non sono veramente suoi amici, cattivi, a differenza dei gatti Jellicle. Per rimediare agli sbagli fatti decide di cambiare. Mentre l’alba si avvicina, Grisabella ricompare sulla scena rievocando i bei tempi e dimostrando di essersi pentita e di essere cambiata, i gatti Jellicle sono pronti a perdonarla e riaccoglierla tra loro, ritornando uniti e tutti amici come prima.

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK