Macomer. Viaggio di studio della Rete FriSaLi: otto studenti in partenza per l'Australia

| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Dopo la trasferta ad Atene, nel mese di maggio per la X Edizione di Cittadinanza e Costituzione, gli studenti e i docenti delle scuole della Rete Fri.Sa.Li. World si accingono a partire per un viaggio di studio in Australia.

Sono quaranta gli studenti e quattro i docenti che dal 17 luglio al 15 agosto faranno esperienza nelle scuole della analoga Rete del Dipartimento dell'Educazione del Queensland.

Iniziati nel 2005, quando fu sottoscritto il primo Memorandum tra le due Istituzioni, ogni anno si effettuano gli scambi tra studenti dei due Paesi.

Dalla Sardegna sono otto gli studenti selezionati per partecipare al viaggio di studio all'estero : dal Liceo Galilei partiranno Laura Congiu, Giorgia Virde, Vlentina Castori e Giulia Pili che frequenteranno la Brisbane State High School; alla North Lakes State College andranno Adelaide Giordo e Gabriele Cadau dell'IIS Satta di Macomer; Arianna Massidda e Giulia Giglio dell'IIS Pischedda di Bosa frequenteranno la Alexandra High State High School.

Gli studenti e i docenti provenienti dalle regioni ove sono ubicate le rispettive Scuole si ritroveranno all' aeroporto di Fiumicino ed insieme proseguiranno il viaggio per Brisbane con scalo ad AbuDhabi e così anche al rientro.

Gli studenti saranno ospitati nelle famiglie i cui figli frequentano la stessa scuola alla quale sono stati abbinati.

Durante la loro permanenza a Brisbane una delegazione della Rete Frisali World sarà a Brisbane presso il Dipartimento dell' Educazione del Queensland dove il 29 luglio il coordinatore nazionale, Raffaele Franzese, firmerà il rinnovo per il triennio 20019/2022 il Memorandum of Understanding, che è in scadenza e consentirà, per un altro triennio in regime di reciprocità, la mobilità studentesca. Nel corso della cerimonia di saluto, tenutasi nell’aula magna del Liceo Galilei, Franzese ha sottolineato che “ a partire dalla metà degli anni duemila i nuovi scenari socio-educativi hanno evidenziato profondi cambiamenti grazie anche alla dimensione internazionale posta al centro dei curricoli scolastici e dei percorsi formativi. Il Piano dell'Offerta Formativa – ha spiegato Franzese - si è arricchito di progetti di partenariato, gemellaggi, attività di scambi, virtuali o in presenza, con visite e soggiorni di studio e stage all'estero in realtà culturali, sociali, produttive e professionali. All'interno del processo di internazionalizzazione la mobilità studentesca costituisce un fenomeno strutturale in progressivo aumento. I giovani, e anche le loro famiglie, sono sempre più interessati ad acquisire e rafforzare le competenze e conoscenze che il crescente contesto globale richiede. La spinta a conoscere altre realtà per arricchire il proprio bagaglio di studi e di esperienze risulta evidente, il fenomeno di giovani che studiano in altri Paesi ha assunto la consistenza di un flusso in continuo e rilevante aumento. La mission della Rete - conclude Franzese - è quella di agevolare le isituuzioni scolastiche che vi aderiscono ad agevolare e favorire la mobilità studentesca internazionale mettendo a disposizione contatti, accordi con partner in tutti i cinque continenti, frutto di una ventennale esperienza maturata sul campo”.

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK