Clima infuocato a Bolotana. I commercianti chiedono le dimissioni del sindaco per "incapacità amministrativa"

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA
L'assemblea, in corso, dei commercianti con il sindaco

Bolotana. I commercianti di Bolotana chiedono le dimissioni del sindaco Francesco Manconi per “incapacità amministrativa”. A dimostrarlo, secondo gli esercenti, il fatto che le aliquote a Bolotana solo le più alte di tutta la Sardegna.

In questo momento è in corso un’assemblea pubblica nella sala consiliare, dai toni infuocati. Il sindaco e la sua maggioranza da una parte i commercianti dall’altra.

L’incontro è stato ottenuto dagli esercenti dopo un tiro e molla con il primo cittadino che invece avrebbe voluto incontrare solo una delegazione in forma privata. Al centro della discussione il caro bollette, in particolare la Tari.

I manifestanti chiedono a gran voce una rimodulazione delle aliquote: “non capiamo perché le nostre sono le più care di tutta l’isola”. Dall’altra Manconi, dopo aver scaricato tutta la colpa sullo Stato, ha proposto una rateizzazione non trovando però nessun consenso ma anzi la richiesta delle sue dimissioni e di tutto il consiglio che “si è dimostrato non all’altezza della situazione e incapace di gestire una situazione come quella attuale”

Questa mattina i commercianti, che hanno aderito in massa all’iniziativa lasciando abbassate tutte le serrande del paese, avevano formalizzato nell’ufficio protocollo la restituzione dei cedolini della Tari.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK