Bolotana. Cronache di un consiglio annunciato: le attese deluse dei cittadini

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

BOLOTANA. All'appuntamento di ieri sera in Aula Consiliare è arrivata tanta gente: i commercianti certo, colpiti gravemente dalla TARI, ma anche tanti cittadini attenti ed interessati.
Tra l'apertura e la chiusura dei lavori del Consiglio sono trascorsi però solo pochi minuti, pochissimi, nei quali si è votato la modifica dell’articolo 21 bis del Regolamento Generale dei Tributi: in sostanza si è votato un abbattimento degli interessi sui tributi (tutti), riportandoli al minimo legale vigente.
Sconcerto, disorientamento e  stupore tra i cittadini che, in modo composto e assolutamente civile, avevano affollato la sala: “cosa è successo? Cosa hanno fatto? Non abbiamo capito!”
Ma i lavori sono chiusi, il Consiglio è sciolto e i presenti, nel disorientamento generale, restano attoniti.
Qualcuno alza la voce: “cosa avete votato? Vogliamo capire cosa avete fatto”.
Abbiamo votato la modifica del 21 bis. L'ordine del giorno era solo uno” si sentono rispondere.
L'amministrazione va via, nonostante in tanti chiedano spiegazioni.
Una situazione paradossale viste le condizioni di forte disagio che potrebbero determinare la chiusura di molte delle attività commerciali già gravemente colpite dalla crisi.
Al vuoto inspiegabile lasciato dalla politica si contrappone la resistenza di chi combatte tutti i giorni con una realtà impregnata da mille difficoltà: “restiamo qui”.
Così la sala non si svuota. “Occupiamo il comune” dice qualcuno, altri “andiamo davanti al portone, dovranno pure uscire prima o poi”.
C'è confusione naturalmente: i bolotanesi erano arrivati in tanti per avere delle risposte, perché la posta in gioco non è una questione politica, ideologica o intellettuale, ma la sopravvivenza di un intero settore che produce e rende vivo e vitale un paese.
Si distribuiscono in modo sparso i commercianti, attorno a quello stabile dentro il quale un pezzo di amministrazione pare nascondersi e rifugiarsi.
Passano i minuti e nessuno smobilita: “vogliamo delle risposte, questa situazione è assurda” dicono da più parti i sempre più perplessi cittadini.
Dopo circa un'ora il Sindaco decide di tornare nell'Aula Consiliare, accompagnato dall'Assessora al Bilancio e dalla Segretaria Comunale.
Dopo un confronto a viso aperto, nel quale i presenti insistono sulle responsabilità politiche e sull'inevitabile esigenza di avere delle risposte chiare, il Primo Cittadino si dichiara disponibile ad un incontro con 5 rappresentanti dei cittadini da tenersi la prossima settimana per studiare le possibilità d'intervento per cercare di scongiurare le pesantissime conseguenze che potrebbero realizzarsi se le aliquote TARI non venissero corrette ed adeguate alle condizioni economiche del paese.
L'incontro tra cittadini e Sindaco sarà visibile a breve nel video de ilmarghine.net.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK