Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Macomer. Crollo Demografico, le opposizioni attaccano il Sindaco: 'si assuma le sue responsabilità'

| di la redazione
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Macomer. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa a firma dei Consiglieri di Minoranza di Macomer Atzori, Castori, Ledda, Pirisi e Uda.

“Il Sindaco Succu ha di recente fatto distribuire  nelle case  una sua comunicazione con la quale descrive una realtà tutta rose e fiori,  con lo sviluppo che riparte, l’occupazione che cresce, il degrado che sparisce, i servizi che funzionano a meraviglia, facendo sorgere il dubbio nei cittadini - esterrefatti da tanto supposto bengodi - che in realtà Succu sia Sindaco non di Macomer, ma di qualche altro fantasioso Comune. Infatti tutti  possono vedere  le condizioni di dissesto, sporcizia ed abbandono, in cui versa la Città: dalle aree verdi, i marciapiedi e le  strade  per non parlare dell’illuminazione pubblica. Non solo i residenti toccano quotidianamente con mano questo estremo degrado, ma anche i visitatori esterni stentano a riconoscere la cittadina ordinata, pulita, attiva ed accogliente conosciuta in passato.

Anche per quanto riguarda il contesto economico, sociale ed occupazionale, la situazione è purtroppo ben diversa da quella raccontata da Succu e lo documentano in modo inequivocabile i dati demografici ufficiali  al 31 dicembre 2017:  dopo 45 anni, per la prima volta Macomer scende sotto la soglia emblematica dei diecimila abitanti (sono esattamente 9.967), perdendo soltanto nell’ultimo anno 153 residenti e quasi 500 nell’ultimo quinquennio (come dire che da Macomer è sparita una comunità delle dimensioni di Birori!); le nascite nell’ultimo anno sono crollate a 50 neonati, sintomo inequivocabile di una  gravissima crisi economica, mentre i decessi sono saliti a 109 unità, a conferma di crollo demografico sempre più marcato.

Il Sindaco Succu è ormai al governo della Città da dieci anni - dal 2013 come Sindaco e nel quinquennio precedente come Capogruppo di Maggioranza - per non parlare del ruolo decisivo che egli ha avuto come Presidente dell’Unione dei Comuni del Marghine, oltreché nella gestione di un settore fondamentale come la Sanità, dapprima come commissario straordinario della ASL di Nuoro e poi come Presidente della Conferenza dei Sindaci del Distretto del Marghine ed anche dell’intera ASL.  Pensiamo che sarebbe stato più corretto da parte sua presentare non un bilancio immaginifico del suo operato, ma una rappresentazione più seria e realistica dello stato di estrema precarietà e difficoltà in cui versa la Città, assumendosene le sue evidenti responsabilità.

Siamo sempre più consapevoli  che per invertire questa progressiva decadenza e rilanciare un processo di crescita, sia innanzitutto necessaria una svolta profonda nella guida della Città, unendo tutte le energie disponibili attorno ad un programma che affronti con contenuti innovativi le molteplici emergenze, ricercando il massimo di consenso e di unità, promuovendo il rinnovamento delle persone e dei metodi di governo, coinvolgendo i cittadini nelle decisioni più importanti per il futuro della ns. Comunità”.

la redazione

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK