Bolotana. Questa sera la riunione del Consiglio Comunale: surroga, regolamenti e fondi perenti gli argomenti da trattare

| di Giulia Serra
| Categoria: Politica
STAMPA

 

BOLOTANA. Si svolgerà questa sera, con inizio alle ore 16.30 presso l'aula consiliare, la riunione del Consiglio Comunale convocata in seduta ordinaria.

All'ordine del giorno anzitutto la surroga della consigliera di maggioranza Michela Becciu, che rivestiva anche il ruolo di capogruppo di maggioranza, dopo le dimissioni presentate in aperta polemica con la Sindaca Annalisa Motzo e che hanno dato origine ad uno scontro dai toni accesi.

A prendere il suo posto sarà o Lorena Pintore o Giuliano Cabras, unici due candidati restati fuori dal Consiglio dopo le elezioni del Giugno del 2017 e che si erano posizionati a pari punteggio con 14 voti di preferenza a testa. Parrebbe che ad occupare la sedia restata vuota sarà Cabras.

Non si hanno ancora notizie invece su chi verrà designato al ruolo di capogruppo e se la nomina avverrà durante questa seduta.

L'assemblea procederà poi all'approvazione di due Regolamenti: uno relativo alla Comunità Alloggio per Anziani, l'altro inerente i servizi Cimiteriali.

L'ultimo punto all'ordine del giorno è quello probabilmente più corposo – se non anche scivoloso – e riguarda la discussione sugli ormai noti fondi perenti: a seguito di interrogazione della Minoranza, l'Amministrazione Motzo dovrà spiegare come e perché il Comune ha perso il finanziamento di 58 mila euro, somma residua stanziata nel bilancio regionale, finita nel 2016 tra le perenzioni e definitivamente persa dall'istituzione comunale allo scadere del 31 Dicembre 2017.

Proprio su questo aspetto la maggioranza guidata da Annalisa Motzo ha diffuso nei giorni scorsi un comunicato stampa nel quale si annuncia la “risoluzione del caso” senza però entrare nel merito dei fatti, anticipando solo che l'accaduto non è dovuto ad una mancanza di questa amministrazione ed invitando i cittadini a partecipare al Consiglio per ascoltare direttamente la ricostruzione di una vicenda che, evidentemente, verrà ricondotta alla responsabilità di qualcun altro.

Seppur non previsto in discussione, non è escluso che nel corso del Consiglio si apra anche la parentesi relativa ai rapporti istituzionali a livello territoriale, decisamente compromessi dopo lo scivolone politico in sede di Unione dei Comuni che ha ulteriormente segnato le distanze tra i Sindaci del Marghine e la rappresentante della comunità bolotanese.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK