Macomer. Domani il Consiglio Comunale straordinario per la vertenza Pastori, la Minoranza annuncia che non parteciperà

| Categoria: Politica
STAMPA

 

MACOMER. Si terrà domani mattina, 15 Febbraio, alle 11.30 il Consiglio Comunale convocato in seduta straordinaria ed urgente dal Sindaco di Macomer Antonio Onorato Succu per discutere le iniziative da mettere in campo per il sostegno della vertenza Latte portata avanti dai pastori in tutta la Sardegna.

Il gruppo di minoranza Uniamoci per Macomer ha però già annunciato che domani non parteciperà all'assemblea, spiegando attraverso un comunicato stampa le ragioni di questa presa di posizione. Di seguito, integralmente la nota stampa firmata dal gruppo cnsiliare:

"Non possono lasciare indifferenti le immagini dei pastori sardi impegnati in questi giorni in una dura battaglia per la salvaguardia della propria soppravvivenza che, per la natura della società sarda, rappresenta la stessa soppravvivenza dell'intera economia isolana. Dire e perfino urlare "IO STO CON I PASTORI" è allora non solo necessario ma persino doveroso. In questi giorni ciascuno di noi, con la propria sensibilità e nei propri ambiti lavorativi e sociali, lo ha fatto convitamente cercando anche di capire che contributo può dare oggi e potrà dare in futuro per la soluzione di un problema annoso che si ripete ciclicamente senza che si siano trovate in questi anni soluzioni strutturali per il suo superamento. Ora che la tenacia dei pastori sardi è stata capace di portare la vertenza del prezzo del latte alla ribalta nazionale pensiamo che spetti soprattutto agli stessi pastori sardi, nel confronto con Stato e Regione e col supporto di chi gli stessi pastori indicheranno come interlocutori credibili, trovare una soluzione immediata per superare questa difficile crisi. Pensiamo proprio per questo che, in questa fase così delicata della vita istituzionale della Sardegna, impegnata in una campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio regionale, la politica e i suoi interessi sul voto del prossimo 24 febbraio, dovrebbe fare un passo indietro. Non c'è niente di più insopportabile in questi giorni così difficili, al di la della disperazione dei pastori sardi, della possibilità che le loro difficoltà possano essere strumentalizzate da chi ha interessi di parte in questa contesa elettorale e non si pone scrupoli a utilizzare le difficoltà degli altri per acquisire visibilità e consenso. Per questo non vediamo positivamente la scelta del sindaco di Macomer di convocare, in questa fase, un Consiglio comunale espressamente dedicato al tema e, proprio per evitare che una così grave situazione possa essere oggetto di speculazione e strumentlizzazione politica, non parteciperemo alla seduta del Consiglio. Anche all'interno del Consiglio comunale di Macomer sono troppi, infatti, gli interessi elettorali in questa fase politica e non crediamo opportuno sottoporre la comunità a un dibattito che rischia di essere funzionale a interessi che niente hanno a che vedere con i reali bisogni dei pastori sardi. Non vogliamo tuttavia sottrarci alla nostra rersponsabilità di consiglieri comunali e, se l'amministrazine comunale di Macomer volesse dare un contributo al dibattito, proponiamo che un Consiglio comunale sul tema venga convocato nei giorni successivi alla data del 24 febbraio. Sarebbe utile convocare, in quell'occasione, gli stessi pastori per ascoltare le difficoltà del comparto e le soluzioni che in questo periodo Governo e Regione, riusciranno a individuare per uscire dalla crisi. Liberi tutti i consiglieri e i gruppi politici presenti in Consiglio dai legittimi interessi elettorli che hanno in questo periodo, potranno più liberamente dare il loro contributo di idee in un dibattito che, per la natura della crisi in atto, promette di essere ancora lungo e di investire anche per il futuro le istituzioni della Sardegna".

 

 

 

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK