Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

“Sardegna chiama Europa”: il PD sardo si riunisce a Macomer Domenica 19 Maggio 2019

| di Partito Democratico
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Favorire la mobilitazione civica in vista delle elezioni europee del 26 Maggio ma anche stimolare la riflessione interna sul rilancio dell’attivismo politico al fine di dare rappresentanza e governo ai territori della Sardegna. Con questi obiettivi il Partito Democratico sardo si riunisce Domenica 19 Maggio a Macomer, presso le ex Caserme Mura (Viale Gramsci) per una mezza giornata di lavoro dal titolo “Sardegna chiama Europa”. Appuntamento che arriva a distanza di due mesi dalla grande partecipazione delle primarie che hanno eletto Nicola Zingaretti come segretario nazionale e dato nuova rappresentanti ai territori sardi nell’assemblea nazionale del PD.

Tra questi Luca Pirisi, 32 anni, economista macomerese, delegato per il Centro-Sardegna e tra i promotori dell’iniziativa: “In questa fase storica di grande instabilità politica ed economica a livello internazionale, l’Italia e in particolare regioni come la Sardegna hanno bisogno di un’Unione Europea forte e per questo l’appuntamento elettorale di fine mese è di grande rilevanza per creare le basi di un nuovo patto sociale per l'Europa. Allo stesso tempo però la Sardegna deve ritrovare la propria strada per uscire dalla crisi e per creare nuove condizioni di sviluppo socio-economico. In questa partita è cruciale il ruolo del PD e per questo discuteremo anche al nostro interno su come dare linfa alla partecipazione partitica e civica”.

Obiettivi che si inseriscono in un quadro di pesanti difficoltà per la Sardegna. Infatti, dopo decenni di politiche pubbliche spesso foraggiate in maniera massiva dai fondi strutturali europei, delle 300 regioni europee l’isola è tornata a essere tra quelle “meno sviluppate”. Difficoltà che colpiscono il tessuto socio-economico sardo a tutto tondo: dalla crisi del sistema produttivo ed occupazionale all’emigrazione di massa, dal calo delle nascite all’invecchiamento demografico, sono numerose le emergenze che cercano ancora risposte per fare dell’isola un luogo realmente intelligente, inclusivo e sostenibile come la strategia Europa 2020 voleva.

Sfide di cui il Partito Democratico discuterà a Macomer a partire dalle ore 15 con un incontro-confronto, rivolto a iscritti e simpatizzanti democratici, sul tema dell’attivismo politico e della partecipazione civica. Alle ore 18 si terrà invece il dibattito pubblico in presenza di Andrea Soddu (Sindaco di Nuoro e candidato sardo alle elezioni europee), Emanuele Cani (segretario regionale PD), Roberto Deriu (consigliere regionale), Federico Porcu (delegato PD Sud Sardegna), Alma Cardi (delegata PD Nord Sardegna), Francesco Piludu (segretario giovani Anci Sardegna) e Daniela Forma (imprenditrice ed ex consigliera regionale).

Partito Democratico

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK