Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

DIE de sa LIMBA SARDA e de sas àteras Limbas de Sardigna: Domenica la grande tavola rotonda

| di Comitato promotore DIE
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

Una grande assemblea di esperti e rappresentanti di associazioni e istituzioni si riunirà a Santa Cristina di Paulilatino il 15 di ottobre prossimo, dalle ore 16 alle 20.
In tale data, infatti, gli organizzatori celebrano la “DIE de sa LIMBA SARDA e de sas àteras Limbas de Sardigna (Sardu, Aligheresu, Gadduresu, Tabarchinu, Tataresu)”, proprio perché il 15 di ottobre del 1997 è stata promulgata la Legge 26 della Regione sarda.
Quale migliore occasione, dunque, di questa Giornata per parlare, a quasi 20 anni dalla sua entrata in vigore, della LEGGE 26, dei suosi pregi e difetti, delle prospettive che ha aperto per la tutela e la promozione del sardo e della diversità linguistica della Sardegna?
È chiaro che sarà un confronto aperto e libero tra idee diverse sullo stesso tema, in cui si discuterà sicuramente della politica linguistica della Regione, dell'uso e della presenza del sardo nell'amministrazione, nella scuola, nella sanità, nel mondo dell'informazione e dell'editoria. 
Si farà certamente il punto sulla “salute” del sardo e delle altre lingue e si parlerà del loro futuro, che potrà essere aiutato anche dal superamento o ampliamento della Legge 26, per garantire l'aumento dei parlanti delle “nostre” lingue e un miglioramento della qualità linguistica del sardo e dell'algherese, gallurese, tabarchino, sassarese, messa in pericolo dalla pervasiva penetrazione dell'italiano.
L’incontro si avvarrà dei contributi di: 
— Veronica Atzei, Ass. cult. Sarditinera
—Stefano Campus, Omnium Cultural, S'Alighera
—Antoni Canalis, Prèmiu Otieri
—Nicolo Capriata, Ass. cult. saphyrina, Carloforte
—Màriu Carboni, Comitadu pro sa Limba Sarda
—Frantziscu Cheratzu, Condaghes Editziones
—Diegu Corràine, Sotziedade pro sa Limba Sarda
—Tore Cubeddu, Eja Tv
—Antoni Nàtziu Garau, Coop. L'Altra Cultura
—Màuru Maxia, Istituto Sardo-Corso di Formazione e Ricerca
—Quintino Mossa, Consulta intercomunale gadduresa
—Oreste Pili, Acadèmia de su Sardu 
—Pàulu Pillonca , diretore de Làcanas
—Micheli Pinna, Istitutu Bellieni
—Sarvadore Sàrigu, Sa Bèrtula Antiga
—Fàbiu Solinas, Àndala Noa
—Mario Tasca, Diretore TG Sardegna 1
—Giuseppe Tilloca, Obra Cultural, S'Alighera
—Isabella Tore, maistra de iscola
—Pàulu Zedda, Cumissione Cultura de su Cussìgiu regionale
... e altri organismi e persone che daranno l'adesione entro il giorno di svolgimento di questa grande “tavola rotonda”.
Aprirà i lavori Diegu Corràine, uno dei promotori della DIE. 
A moderare gli interventi della serata sarà Bustianu Pilosu, insegnante ed etnomusicologo. 
L'entrata è lìbera.

Comitato promotore DIE

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK