Partecipa a IlMarghine.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"Gli attentati in Sardegna. Scena e retroscena della violenza" : a Macomer si dibatte del fenomeno all'interno del Festival della Legalità

Condividi su:

 

Il 4 aprile alle ore 19 presso il Centro Servizi Culturali di Macomer, all'interno del Programma del Festival della Legalità "Conta e Cammina", si terrà un incontro/ dibattito sul tema "Gli attentati in Sardegna. Scena e retroscena della violenza", che è anche il titolo di un libro scritto da Antonietta Mazzette, professore di Sociologia urbana presso l'Università di Sassari, e da Daniele Pulino, dottore di ricerca in Scienze Sociali presso la stessa Università. Entrambi sono componenti dell' "Osservatorio sociale sulla criminalità in Sardegna".

Interverranno all'incontro gli autori del libro, i Professori Antonietta Mazzette e Daniele Pulino, il Sindaco di Desulo Gigi Littarru, Pino Tilocca Dirigente scolastico e già Sindaco di Burgos, Umberto Cocco giornalista, già Sindaco di Sedilo. Dopo i loro interventi si svolgerà il dibattito.

La Sardegna è una delle regioni dove il fenomeno degli attentati è più presente. In queste settimane ha assunto una nuova centralità politica e mediatica, a seguito di un insieme di avvenimenti intimidatori che hanno avuto come obiettivo alcuni sindaci e amministratori comunali.

"Proprio perciò è da tempo oggetto di studio, a partire dalle intimidazioni contro gli amministratori. Il presente scritto (il libro di cui sopra) è parte di un lavoro di ricerca più ampio dell'equipe che costituisce l'Osservatorio Sociale sulla criminalità in Sardegna dell'Università di Sassari che, ormai da oltre un decennio, monitora e segue i mutamenti della criminalità in Sardegna."

"Il presente volume è frutto di anni di ricerche e lo intendiamo come un contributo alla discussione. Sentiamo però il dovere di evidenziare un elemento: il fenomeno degli attentati in Sardegna è ragione di allarme perché colpisce un ampio ventaglio di attori sociali di cui gli amministratori sono solo una parte, seppure importante per il ruolo che ricoprono in termini di presidio democratico. Ogni intervento perciò non può essere limitato a sostenere esclusivamente gli amministratori locali, bensì l'intera società".

"Con questo volume intendiamo proporre un metodo di lettura ( e di contrasto) del fenomeno degli attentati, concentrando l'attenzione sui rituali di violenza ( in altri termini su ciò che gli autori fanno) e, attraverso questi costruire l'identità sociale dell'autore (considerato che è per lo più ignoto). Nel contempo, intendiamo ragionare sui luoghi dove avvengono gli attentati. Ciò non significa occuparsi delle vittime, al contrario significa iniziare a trovare delle risposte in termini conoscitivi e, dunque, in termini di tutela".

Questo lungo virgolettato è riportato nell'introduzione al libro "Gli attentati in Sardegna. Scena e retroscena della violenza".

L'incontro – dibattito vuole approfondire i contenuti della ricerca effettuata dai Professori Antonietta Mazzette e da Daniele Pulino in un confronto con gli attori che hanno vissuto e sperimentato sulla propria pelle le gravi vicende del fenomeno degli attentati nei paesi della Sardegna. Gigi Littarru Sindaco di Desulo, Pino Tilocca Dirigente scolastico e già sindaco di Burgos, Umberto Cocco giornalista e già sindaco di Sedilo, ci aiuteranno a capire e a interpretare meglio un fenomeno che continua a manifestarsi con atti e comportamenti sempre più violenti e drammaticamente dirompenti per tutta la società sarda.

L'incontro ha l'obiettivo di far conoscere in modo più approfondito e scientifico il fenomeno degli attentati ma intende sollecitare soprattutto, da parte dello Stato e della Regione, politiche di intervento più adeguate per contrastare e bloccare una situazione che rischia diversamente di diventare sempre più ingovernabile. Gli ultimi gravi fatti di criminalità accaduti in varie parti della Sardegna contro le persone e in particolare contro gli amministratori pubblici mettono in tutta evidenza questa urgenza.

Sarà quindi un incontro di grande interesse e di forte attualità come di grande interesse e di forte impatto sociale saranno tutte le manifestazioni previste nella quarta edizione del Festival della Legalità.

Partecipiamo numerosi per diffondere la cultura della legalità.

Condividi su:

Seguici su Facebook