Macomer. Giudice di Pace, l'Unione dei Comune conferma il servizio anche per il 2018

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. L'Assemblea dei Sindaci dell'Unione dei Comuni del Marghine ha confermato anche per il 2018 le attività del Giudice di Pace che, così come quest'anno, avrà sede a Macomer.

Se per il ripristino del servizio, interrotto nel 2013 e riattivato all'inizio del 2017, si erano spesi circa 125 mila Euro, per il prossimo anno si è riusciti a ridurre le spese, che si dovrebbero attestare attorno ai 90 mila Euro.

Le spese gravano sui Comuni dell'Unione, che sosterranno con una quota di partecipazione l'impegno assunto.

Siamo stati incentivati ad andare avanti su questa linea – commenta il Presidente dell'Unione Antonio Succu perché l'ufficio ha lavorato molto bene e nell'anno in corso si sono registrate circa 120 cause iscritte”.

Una buona notizia potrebbe inoltre arrivare dal versante regionale: grazie ad un emendamento del Consigliere Macomerese Gianfranco Congiu, si sta inserendo nella Finanziaria Regionale un contributo di 300 Mila Euro a sostegno delle spese per i Giudici di Pace della Sardegna.

In questo modo si potrebbe alleviare il sacrificio economico fatto dai singoli Comuni per garantire l'importante servizio. 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK