Borore. "Il Male dell'ergastolano, ovvero il tarlo della morte": domani l'incontro con Annino Mele

| di a cura della Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
Foto di Il Punto Sociale

 

BORORE. Si terrà domani, Venerdì 21 Settembre, alle ore 18.30 presso l'Aula Consiliare del Comune di Borore, l'interessante appuntamento con Annino Mele: ex primula rossa dell'Anonima Sarda, una condanna all'ergastolo, 31 anni trascorsi in carcere e oggi, tornato in libertà, seppur condizionale, scrittore desideroso di aprire una riflessione profonda sul sistema detentivo italiano.

L'occasione dell'incontro è la presentazione del suo libro "Il Male dell'ergastolano, ovvero il tarlo della morte".

Tematica complessa e delicata quella delle pene detentive, che verrà affrontata nel corso dell'incontro al quale, oltre l'autore, interverranno Azzurra Fancellu, Michele Piras e Susanna Orrù.

Il libro - L'ergastolo è sentito da chi lo sconta come una condanna a morte, perciò l'uscita dal carcere resta un miraggio durante i lunghi anni di detenzione. Ma quando, per la decisione discrezionale di un giudice, si muovono i primi passi fuori dalle mura, ci si accorge subito che niente è come lo si era immaginato o desiderato. Anche una cosa di poco conto, una delusione, una promessa disattesa, può evocare l'ombra della morte. Ci si affaccia a un mondo che non si conosce più e da cui non si è riconosciuti.

Elaborare questo passaggio diventa allora indispensabile per non perdersi.
Da qui l'urgenza di raccontare le esperienze, proprie e di altri, per mettere a fuoco quel momento delicatissimo in cui il detenuto si trova rigettato nel mondo senza alcuna preparazione per ciò che lo attende. La corazza che lo aveva protetto per molti anni può allora incrinarsi. E la soglia del passaggio dal carcere all'esterno può rivelarsi un momento di dolore.

a cura della Redazione

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK