Bolotana. “Disturbo delirante di onnipotenza”: la Pro Loco si scaglia contro l'Amministrazione Motzo. Ecco la lettera aperta a firma del CdA

| Categoria: Attualità
STAMPA

 

BOLOTANA. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera aperta firmata dal Consiglio di Amministrazione della Pro Loco di Bolotana, attraverso la quale si denuncia l'esclusione dalle attività di promozione e valorizzazione della realtà bolotanese, il blocco delle liquidazioni dovute per iniziative già svolte e rendicontate e lo stralcio del contributo ordinario annuale. 

Ecco la lettera aperta:

"Nostro malgrado ci troviamo costretti a pubblicare alcune righe per esprimere il nostro stato d’animo rispetto ad alcune vicende Bolotanesi che ci riguardano da vicino e che mai avremmo potuto nemmeno immaginare;

La Pro Loco Bolotana è una Associazione su base volontaria di natura privatistica, apartitica, senza scopo di lucro ma con rilevanza pubblica e finalità di promozione sociale, turistica, di valorizzazione della fruizione delle realtà è delle potenzialità turistiche, naturalistiche, culturali, artistiche, storiche, tradizionali, folkloristiche, sociali, enogastronomiche del territorio in cui opera e della comunità che su di esso risiede, onde promuovere la crescita sociale.”

Così cita il nostro Statuto, ed in tale direzione noi ci sforziamo di operare, ma ultimamente siamo stati totalmente esclusi scientemente e volutamente attraverso incomprensibili quanto insensate azioni messe in atto dalla Amministrazione Comunale di Bolotana in nome di un’arrogante e sprezzante discontinuità col passato e con l’operato di tutte le precedenti amministrazioni.

L’atto costitutivo formale della nostra associazione porta la data del 1975 e per oltre quaranta anni si è occupata di promozione, di tradizioni, di cultura, di storia, di arte, di ambiente e soprattutto di sociale.

Fra le tante iniziative, l’organizzazione del ferragosto Bolotanese ha rappresentato il fiore all’occhiello della nostra programmazione per circa 37 edizioni ... e vorremmo ricordare anche la paternità della Pro Loco per la Sagra della Seada che con tanto impegno, sacrificio e straordinario successo si è portata avanti per diverse edizioni in stretta e proficua collaborazione con le amministrazioni comunali, i produttori e le associazioni della nostra comunità.

É difficile per noi rappresentare lo stato d’animo e la frustrazione nel vedere scemare, mortificare e svilire queste ed altre manifestazioni a causa di un disturbo delirante di onnipotenza, viziato da insuperabili personalismi e praticato con supponenza e arroganza; l’inspiegabile perfidia, il totale rifiuto al dialogo, la ricerca famelica del vizio arrovellandosi intorno ai commi e alle virgole perdendo di vista la sostanza e gli obbiettivi, sono sinonimi di inadeguatezza e pochezza intellettuale che possono portare solo al baratro..

Sono mesi che ci poniamo la stessa domanda e non riusciamo a trovare risposta: perché? Qual è lo scopo?

Forse questa amministrazione auspicava l’azzeramento della Pro Loco per farla poi risorgere sotto la propria egida con persone addomesticate e disposte ad subire supinamente gli ordini del Comandante in capo?

Oppure, pensava di metterci in difficoltà economiche bloccando ingiustamente ed inspiegabilmente la liquidazione dei mandati relative a somme dovute e regolarmente rendicontate (Dies de Amistade dicembre 2017 con somme anticipate dalla Pro Loco) in nome di un fantomatico “conflitto di interessi” su cui neanche gli uffici preposti sanno dare risposte?

Oppure pensava che lo stralcio del contributo ordinario ( euro 1.500,00) che tutte le precedenti amministrazioni hanno sempre concesso alla nostra associazione potesse in qualche modo portare al dissesto finanziario?

Ci dispiace ma non è così...

Ma ciò che veramente ci preoccupa è la totale mancanza di programmazione , l’inesistente progettualità, ed un disastroso coordinamento dimostrati in quest’ultimo anno.

Nonostante questo speciale trattamento a noi riservato, ripetutamente in questi mesi, abbiamo cercato il dialogo ed il confronto costruttivo anche attraverso i rappresentanti comunali componenti del nostro cda, ma niente! Nessun riscontro! Solo qualche misera bugia “abbiamo contattato la Pro Loco ma non è interessata”

Nel frattempo abbiamo trovato terreno fertile altrove ed in perfetta sintonia stiamo lavorando per la nostra comunità ed il territorio del Marghine ed a breve presenteremo un nutrito programma di iniziative per il periodo autunno/inverno, visto che nella programmazione estiva Bolotanese non abbiamo trovato spazio".

Il Consiglio di Amministrazione della Pro Loco di Bolotana

 

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK