Macomer. La Giunta vara il “Bonus quarantena” per le Partite Iva: fino a 750 euro per le attività chiuse per Covid

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Lo hanno chiamato “Bonus straordinario Quarantena Partite Iva": è la misura approvata nei giorni scorsi dalla Giunta comunale di Macomer che, su proposta dell'Assessora alla attività produttive Rossana Ledda, ha deciso di erogare un contributo economico una tantum finanziato con fondi comunali per sostenere i titolari di Partita Iva (inclusi i professionisti iscritti agli Albi e ai relativi Ordini professionali) che sono stati costretti alla chiusura delle proprie attività a causa del diffondersi del Covid-19.

Nello specifico, il contributo è rivolto a coloro che, risultati positivi al Covid o venuti a contatto stretto con persone positive, hanno dovuto chiudere l'attività per la quarantena o per l'isolamento fiduciario.

La positività deve essere confermata dalla ASL (o eventualmente autocertificata dall’interessato e confermata dall’Ente), mentre l’aver avuto contatti stretti con persone positive deve essere autocertificata dall’interessato e confermata dall’Ente.

Per le chiusure fra i 7 e i 14 giorni il Comune di Macomer mette a disposizione 500 euro, mentre per quelle protratte per oltre 15 giorni il bonus ammonta a 750 euro.

Le domande ammesse sono relative alla chiusura delle attività dal 1° di Ottobre al 31 Dicembre 2020.

Le somme a disposizione ammontano a 8.000 euro e la valutazione delle richieste verrà fatta rispetto all'ordine di arrivo al protocollo.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK