Partecipa a IlMarghine.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Borore. AMMINISTRATIVE 2015: "Il Sindaco uscente ci ha tenuto all'oscuro di tutto, ma noi vogliamo costruire una lista unitaria" scrive il Circolo PD

Condividi su:

Il Circolo del Partito Democratico di Borore in vista delle Amministrative di Primavera ha avviato dal mese di Gennaio le interlocuzioni ufficiali per costruire un percorso quanto più unitario e responsabile possibile per la guida del paese.
L'intendimento del PD di Borore risultava infatti quello di proseguire la via già tracciata 5 anni fa quando, con le difficoltà dettate dalla crisi contingente, ci unimmo a varie forze politiche e movimenti presenti a Borore intorno ad un programma ambizioso ma realizzabile e chiedemmo a donne e uomini di buona volontà di rappresentarci in questo nuovo progetto.
Progetto che nel Maggio 2010 è risultato vincente e apprezzato dai bororesi.

Per questo motivo il PD di Borore, già dal mese di Gennaio e prima che ne venisse data notizia ufficiale dalla Stampa, ha preso contatti con il Sindaco uscente per verificare non solo la sua intenzione di mettersi a disposizione per proseguire l'azione amministrativa ma anche per individuare il percorso più unitario e accogliente possibile, di modo che in questo progetto potessero trovare cittadinanza e sentirsi rappresentati tutti coloro che avrebbero avuto il piacere di dare il loro contributo.
Nonostante la disponibilità e il buon senso messo in campo dal Partito Democratico, ci si è trovati davanti ad una situazione paradossale: il Sindaco uscente - nonostante abbia preso diverso tempo per valutare la proposta del PD – si era già da tempo attivato per costruire alleanze personali-trasversali a sostegno di una sua riconferma, coinvolgendo nel suo progetto alcuni amministratori uscenti (sia di maggioranza che di minoranza) mentre alcuni altri sono stati tenuti accuratamente fuori e all'oscuro di tutto.
Come all'oscuro di tutto è stato formalmente tenuto il Circolo del PD di Borore.

Un ulteriore tentativo di conciliazione, fatto la scorsa settimana, che chiedeva un passo indietro da parte di tutti per lavorare insieme ad un progetto aperto ed inclusivo non ha trovato riscontro ed è stato rispedito al mittente.
Per questi motivi il Circolo del PD di Borore – consapevole di essersi speso al massimo per evitare qualsiasi situazione di contrasto – ha deliberato nella serata del 9 Marzo di impegnarsi nella costruzione di una lista per le prossime Comunali che sia veramente UNITARIA e rappresentativa di tutti i Bororesi desiderosi di mettersi in gioco per la gestione della nostra Casa Comunale, della nostra Comunità... nessuno escluso!
Il Partito Democratico infatti non teme il confronto, non teme le diversità di vedute, non vede un “avversario politico” in chi la può pensare in modo diverso e in chi NON SI ALLINEA.
Non ci interessano le rivalse ma solo individuare buoni amministratori per il futuro del nostro paese. Il disagio sociale non ha bisogno di essere alimentato da divisioni o guerre intestine poiché non è la contrapposizione che crea opportunità ma l'unità di intenti.
Il Partito democratico AMA il Confronto perché è dal confronto che nascono le soluzioni migliori per ogni questione amministrativa; il Partito Democratico AMA la Partecipazione perché è responsabilizzando e dando ruolo a più soggetti che la Comunità si arricchisce e non si adagia nella più mortificante esclamazione: “Tanto c'è già qualcuno che fa tutto per noi!”.
Per questo il Partito democratico di Borore offre la sua disponibilità a tutte le forze politiche e a tutti i movimenti rappresentati nel paese per dare vita a d un progetto di governo che sia VERAMENTE inclusivo e rappresentativo.

Condividi su:

Seguici su Facebook