Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Bolotana. “Le cose che non ho capito della sua Amministrazione”: un cittadino risponde al Sindaco Francesco Manconi

| di Un cittadino di Bolotana
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

Egregio sindaco,
sono un cittadino bolotanese, emigrato da parecchio tempo ma sempre con un minimo di attenzione rivolta verso il mio paese natio. Le scrivo riguardo l’articolo apparso sul Marghine dove elencava le cose buone svolte dalla sua amministrazione durante il suo secondo mandato.
Penso che amministrare un paese come il nostro sia un compito difficile e impegnativo, e che sia doveroso tenere conto dell’impegno profuso dall’intera giunta nel gestire la nostra comunità. Leggere le varie delibere e le conseguenti opere pubbliche svolte nel corso degli ultimi cinque anni ha tuttavia suscitato in me alcune riflessioni e ricordi.
Dando un esempio, leggendo la delibera sul rifacimento delle gradinate, ho ricordato bene come alcuni cittadini si siano congratulati con l’amministrazione per il loro rifacimento :
http://www.ilmarghine.net/notizie/attualita/601/bolotana-i-gradini-della-discordia

Ricordo anche quando s’inaugurò la fontana posta sul piazzale sopra l’ex biblioteca comunale, bella.
Forse sbaglio, ma era pressappoco il periodo precedente al quale il rione di Ziu Zolo rimaneva al buio a causa dell’assenza di lampioni funzionanti?
Ricordo anche quando il giardinetto de “Sa Rughe Santaaveva una fontana, era frequentato da anziani e bambini che provvedevano al suo abbellimento e, nei limiti del possibile, alla sua manutenzione.
Personalmente lo preferivo prima rispetto al completamento dei lavori di abbellimento, perché c’era più verde e avrei preferito spendere fondi pubblici per altro cose di maggiore utilità pubblica (marciapiedi, riasfaltamento di alcune vie, riasfaltamento della stradina della stazione ferroviaria)

Ci sono tuttavia anche opere buone, come il completamento della strada di collegamento tra l’abitato e la Sp 17, dei lavori di riqualificazione della rete viaria urbana, la riqualificazione del patrimonio rurale, la creazione del parco di Pabude e (finalmente) il completamento della pista di atletica al campo sportivo.

Alcune opere sono tuttavia di dubbia utilità: perché fare un’aula multimediale in una zona dove non vi è alcun accesso internet? Già il termine “aula multimediale” denota stare non in linea con i tempi. È un’idea che poteva andare bene negli anni novanta, quando pochissime persone potevano recuperare informazioni in rete, ma non nell’era di web e dell’ICT! Perché inoltre farla proprio in una zona dove non vi è accesso a dati multimediali?
Che informazioni turistiche dovrebbe dare e soprattutto a chi dovrebbe darle, dato che i turisti ultimamente scarseggiano a causa dell’abbandono della montagna?

Restando sul tema del fare informazione e comunicare, penso che la cittadinanza debba essere resa partecipe su quello che si pianifica in giunta e anche resa parte attiva, proponendo delle opzioni su alcune opere da scegliere democraticamente, magari utilizzando il web con strumenti utilizzabili ed accessibili a tutti.
Sarebbero stati di grande utilità, ad esempio, quando l’intero territorio del Marghine si mobilitò contro l’ipotesi di una discarica di materiale radioattivo nell’area o contro la riconversione della centrale energetica nella piana in una a carbone.

Toccando quest’ultimo punto, Bolotana è stato l’unico comune che non ha espresso contrarietà all’opera, nonostante molti cittadini chiedessero di esprimersi a riguardo. Il perché è un’altra cosa che non ho capito durante la sua amministrazione.
Sarebbe bastata una pagina Facebook a costo zero per fare chiarezza, si è scelto invece di creare un’aula multimediale senza disposizione di contenuti a circa quindici chilometri dal paese. Non le sembra un’assurdità?

Leggendo la serie di delibere balza inoltre all’occhio come la maggior parte di essere riguardino abbellimenti, riqualificazioni, adeguamenti di opere viarie e giardinetti pubblici.
Quali interventi sono stati invece fatti per favorire la creazione di attività giovanili, dare qualche aiuto concreto alle imprese o alle attività culturali e sportive cittadine?
Il nostro paese è uno di quelli con il maggior tasso di spopolamento e soffre di una grave crisi economica legata a doppio filo all’abbandono della grande industria nel territorio. Poco o niente è stato fatto per alleviare questa sofferenza sotto questo punto di vista.
Penso che una comunità media piccola come la nostra per sopravvivere debba puntare sull’accesso ai servizi online con una burocrazia snella, su un livello di tassazione il più possibile ridotto ed eventuali forme d’incentivazione per varie categorie e attività (giovani coppie, riqualificazione e risanamento di abitazioni nel centro storico).
Anche sotto quest’aspetto temo che sia stato fatto poco, senza scomodare i tristi fatti riguardanti la Tari e considerando le difficoltà che affrontano le società sportive e culturali paesane.

Per queste brevi considerazioni, penso che il suo lavoro, specialmente durante il suo secondo mandato, sia stato insufficiente e deficitario sotto alcuni aspetti che reputo molto importanti.
Potrebbe obiettare che amministrare un paese non è semplice e che le piacerebbe vedere cosa avrei fatto io al suo posto, perché criticare è sempre più facile che agire.
In ogni caso è lei che ha scelto di candidarsi, penso quindi sappia che un ruolo pubblico implica l’esporsi a lodi e critiche da parte dei propri elettori: tante critiche se non si è riusciti a farsi capire dalla cittadinanza, qualche lode se si è amministrato bene.
Non mi candiderò per motivi che esulano dal contenuto di questa lettera, spero in ogni caso che chi venga amministri questa comunità in maniera migliore rispetto a quanto ha fatto lei con la sua giunta.
Con rispetto

Un cittadino di Bolotana

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK