Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

"La Città di Macomer attende il Nuovo Cimitero da 15 anni. Quella di Ledda è solo ira": il Sindaco Succu interviene nella polemica. Ecco la sua posizione

| di Antonio Onorato Succu, Sindaco di Macomer
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

A proposito del Nuovo Cimitero, del Minestrone del consigliere di minoranza e della firma del documento senza verifica dei contenuti da parte degli altri consiglieri (di minoranza). 

di Antonio Onorato Succu

Capisco il disagio del consigliere di minoranza che, con la coda tra le gambe e con le orecchie basse, è fuggito dalle legnate del giovane Assessore Manus sul tema dell'illuminazione pubblica e della Gst. Capisco che livido di rabbia per non aver potuto contrastare in alcun modo le ragioni dell’Assessore su fatti incontestabili, abbia difficoltà a smaltire la sua ira, ma non giustifico le considerazioni di pessimo gusto, e prive di alcun fondamento, sul nuovo cimitero, che la Città di Macomer attende da almeno 15 anni. Specie sotto il profilo della coerenza, anche dei consiglieri di minoranza.
Chi legge il Minestrone del Ledda iroso si fa l'idea che fare il cimitero nuovo a Macomer sia un qualcosa da evitare, se non addirittura deprecabile.
Una grande castroneria insomma, un idea folle che poteva venire solo ad una Giunta irresponsabile in tempi recenti. Ma si può dimenticare in maniera impune il passato? Si può essere così incoerenti?
Si può dire tutto e il contrario di tutto pur di denigrare chi oggi amministra la città?
A chi giova tutto questo? 
Quale è la posta in palio per essere disposti a far male alla propria città con atteggiamenti così scomposti e irrazionali? 
Ecco le prove di quanto dico.
Con la delibera n. 87 del 21 marzo 2001 la Giunta Comunale di Macomer avviava la procedura di realizzazione di un nuovo cimitero comunale con l'approvazione del progetto preliminare. Bene, verificate nella foto (in alto) chi era il Sindaco di allora che approvava. Poi il tutto non andò a buon fine, cioè si concluse con un fallimento, per motivi su cui è meglio stendere un velo pietoso, ma se sarà necessario ci ritorneremo.
Con la delibera n.76 del 7.3.2011 si approvava il progetto definitivo, primo lotto funzionale, per la costruzione del nuovo cimitero comunale: verificate nella foto (in alto) chi era il Sindaco di allora. 
Perché da almeno 15 anni si cerca di fare a Macomer un nuovo cimitero?
Perché l'ampliamento del vecchio cimitero non risolverebbe il problema se non per un breve periodo, perché l'ampliamento lo abbiamo già fatto anche durante questa legislatura e un ulteriore ampliamento pone problemi tecnici pressoché insormontabili, perché la città deve risolvere il problema per i prossimi 100 anni.
Il fatto poi che abbiamo poche risorse economiche disponibili è vero, ma intanto utilizziamo questa prima tranche di 300 mila euro, poi reperiremmo gli altri denari per creare un opera bella e completa. Le idee non ci mancano. Una cosa per volta.
Il fatto poi che la minoranza abbia evidenziato ciò che poi è arrivato al TAR nulla da eccepire. Anche i tecnici possono sbagliare, si tratta di materia complessa e beato è chi non sbaglia, ma forse non sta in terra. Certamente la Giunta Comunale è stata ineccepibile. 
Comincio a credere a quelle voci che dicono che il consigliere sia affiancato da un gruppo di tecnici (ingegnere, esperto in bilanci e avvocato), che passa ai raggi X tutti i documenti che giornalmente o quasi gli vengono sottoposti. Ben venga, purché sia per il bene della città. Ma ho buoni motivi per dubitarne.
Cari Consiglieri, svendere la coerenza pur di assecondare il Ledda Consigliere non giova ne a voi ne alla Città di Macomer.
Pensateci!

 

Antonio Onorato Succu, Sindaco di Macomer

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK