Caso Monte Senzelo, arrivano le prime reazioni da Bolotana: “liquidati senza un minimo di rispetto”

| di Giulia Serra
| Categoria: Politica
STAMPA

 

BOLOTANA. Che le questioni legate al sito di Monte Senzelo creino da sempre discussioni accese ed infiammino gli animi bolotanesi non è certo una novità.

Le ex Colonie Montane sono percepite da molti come una proprietà della comunità bolotanese (anche se nei fatti la proprietà legittima appartiene all'Unione dei Comuni del Marghine) e quanto è accaduto nei giorni scorsi a Macomer ha fatto storcere il naso a qualcuno.

Se fino ad ora non si erano registrate “reazioni ufficiali” dal consiglio cittadino rispetto alla bocciatura incassata in sede sovracomunale dalla proposta avanzata dalla Sindaca di Bolotana Annalisa Motzo, oggi la voce che rompe il silenzio arriva dalle file della Minoranza Consiliare ed è quella di Armando Saba.

Con una nota, il consigliere di opposizione interviene sull'accaduto a difesa del paese di Bolotana, imputando ad Antonio Succu una modalità di gestione poco rispettosa e non risparmiandosi di sollevare qualche dubbio anche rispetto ad una certa fretta di concludere la procedura di alienazione da parte dell'ente.

Rimango molto perplesso dall'atteggiamento dei Sindaci dell'Unione dei Comuni del Marghine riguardo la vicenda Monte Senzelo – scrive il consigliere Saba – e mi sorprende in particolare la presa di posizione del Presidente dell'Unione, che ha liquidato la questione senza un minimo di rispetto nei confronti della comunità Bolotanese.

Credo che il nostro paese, tramite il Sindaco che lo rappresenta, abbia il sacrosanto diritto di difendere e di promuovere azioni a tutela di strutture che rientrano nell'interesse della nostra comunità

Ipotizzare un intervento della Corte dei Conti per una forma di cessione a titolo gratuito mi sembra eccessivo. Probabilmente – attacca Armando Saba - la Corte dei Conti dovrebbe intervenire per lo sperpero di soldi pubblici spesi negli ultimi 10 anni da parte di chi ha amministrato spudoratamente l'ente in questione

Non vorrei – è la sferzata finale - che tutta questa fretta di alienare la struttura di Monte Senzelo faccia parte di qualche pacchetto già preconfezionato: se così fosse, fateci sapere anche nome e cognome”.

 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK