Dalle difficoltà strutturali ai risultati sul campo: l'Olimpia Bolotana presenta il suo resoconto

| di Giulia Serra
| Categoria: Sport
STAMPA

 

BOLOTANA. Si è tenuto nei giorni scorsi l'incontro organizzato dall'Associazione sportiva Olimpia Bolotana per fare il resoconto semestrale delle attività svolte e dei risultati conseguiti.

Alla presenza di numerosi genitori e ragazzi, ha aperto i lavori il neoeletto Presidente Giuseppe Cossa che, dopo i ringraziamenti, ha passato la parola a Gianni Diana, storico allenatore della società.

Una relazione dettagliata quella presentata dal tecnico, con una panoramica ad ampio raggio sulla vitalità mai sopita di una squadra che conta 40 iscritti, tra cui due atleti con disabilità, che ha saputo aprirsi al territorio circostante, con atleti che arrivano da Lei e Silanus e che, nonostante l'impegno di 4 allenamenti settimanali, non rinunciano alla pratica sportiva.

Sottolineando il rapporto di fiducia ed il supporto fondamentale dei genitori dei ragazzi, Diana non ha mancato di sottolineare le difficoltà oggettive nelle quali l'atletica svolge le sue attività: “da Gennaio il Mercoledì non abbiamo più a disposizione la palestra – ha detto – e questo ci costringe ad organizzare trasferte anche per gli allenamenti a Nuoro, a Macomer, a Ottana o a Orani. Questo significa più spese, più tempo, più rischio e anche difficoltà tecniche. Anche il campo sportivo, che utilizziamo nel periodo estivo, presenta alcune criticità. Nonostante questo – ha scandito – i risultati sono arrivati, tra conferme e gradevoli sorprese”.

A livello Provinciale l'Olimpia Bolotana partecipa al circuito “Atletica più” e si è posizionata al 2° posto dietro la società che comprende gli atleti di Nuoro, Orosei e Galtellì, conseguendo ben 7 titoli di Campione Provinciale: Nicola Arca negli 80 metri, nel salto in alto e nel lancio del peso; Pietro Brundu nei 60 metri ad ostacoli, Massimiliano Morittu nel salto in alto, Samuel Ortu nel salto quadruplo, Brundu, Ortu, Roccu e Morittu nella staffetta 4x100 e Francesco Brundu che ha collezionato ben 3 migliori prestazioni stagionali nei 50 metri, nel lancio del vortex e nei 200 metri.

A livello Regionale, nonostante il numero non competitivo di atleti, la squadra dell'Olimpia ha portato a casa risultati rilevanti, posizionandosi al 4° posto nella classifica.

Nell'individuale, a spiccare sono Demetrio Roccu e Massimiliano Morittu, 1° in Sardegna nel lancio del vortex l'uno e 1° nel salto in alto l'altro, e la staffetta dei 4x100, 1^ e ancora imbattuta anche quest'anno.

Tra gli esordienti, Francesco Brundu, già primo in provincia di Nuoro sui 50 e i 200 metri, è al 1° posto in Sardegna nel lancio del vortex e Cristina Cremeneanu sui 50m, 50h e salto in lungo rimane la più forte in Provincia e fra le migliori in Sardegna.

Infine, gli atleti Nicola Arca, Maribel Ortu, Massimiliano Morittu, Demetrio Roccu e Pietro Brundu hanno partecipato alla selezione per il Trofeo delle Province, competizione che vede i migliori atleti sardi gareggiare per la propria Provincia: quella di Nuoro, anche grazie alle prestazioni dei ragazzi dell'Olimpia, quest'anno si è aggiudicata la competizione.

Ci piace parlare di risultati e società del Marghine, non solo di Bolotana, perché noi lavoriamo in un'ottica territoriale” - ha detto ancora Gianni Diana.

Risultato importante anche quello raggiunto nel mese di Aprile con l'organizzazione del Trofeo Olimpia, svoltosi per la prima volta nella montagna, in località Ortachis e che, nonostante le carenze logistiche del sito, ha visto la partecipazione di circa 700 persone.

Ancora, la società ha voluto inviare un messaggio importante, esprimendo il desiderio di intessere una collaborazione proficua tra associazioni sportive e Istituzioni nell'ottica di offrire una nuova opportunità di inclusione ai troppi ragazzi che hanno abbandonato negli ultimi anni lo sport.

L'incontro, infine, ha trattato anche la questione del progetto Marghine al Centro e del bando per la riqualificazione delle strutture sportive al quale ha recentemente partecipato il Comune di Bolotana per la realizzazione delle piste di atletica presso il Campo Sportivo. Auspicando l'apertura di un dialogo costruttivo, Gianni Diana ha informato i due rappresentanti dell'Amministrazione presenti all'incontro, Mirko Enne e Nanni Mura, che la Fidal offre la progettazione e la direzione dei lavori gratuitamente e che se si puntasse in particolare a lavorare sull'omologazione, anche parziale, del campo, la struttura bolotanese potrebbe trasformarsi, sia per la disponibilità dell'area montana che per la vicinanza a pochi passi di un albergo, in uno snodo importante per la preparazione sportiva anche ad alti livelli.

 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK