Un Inno a San Bachisio e ai suoi fedeli Cavalieri: la canzone dei Makos nel video ufficiale

| di Giulia Serra
| Categoria: Arte
STAMPA
printpreview

BOLOTANA. Una fede profonda e una tradizione che si ripete nel tempo, figlia di un legame indissolubile tra i bolotanesi e quel Santo Guerriero disarmato, abbigliato con vesti di donna per scherno, martirizzato per la sua conversione al Cristianesimo.

A lui è dedicato l'appassionato Inno dei Makos, la formazione bolotanese composta da Peppe Pinna, Mirko Fiori, Gigi Longu, Tore Careddu, Enrico Pisanu e Federico Masia. A Lui e a chi, ogni anno, in simbiosi tra fede e tradizione, rinnova gli onori a Bakis Mannu guidando la processione a cavallo e difendendo sa Prima Bandela: il primo cavaliere e la sua scorta.

Così, dal sentimento di devozione, da quel collante magico tra un popolo e una figura maestosa e a tratti misteriosa, nasce una canzone che proietta all'esterno la sacralità di un rito antico fortemente radicato e che, di anno in anno, si ripete e si rinnova.

Abbandonati i panni ironici e anche demenziali coi quali narrare la quotidianità dell'esistenza nel centro Sardegna, i MAKOS presentano un pezzo che narra il rito, la fede, la storia ma anche  l'umanità di una figura importante e dal fascino inusuale, capace di conquistare in uguale misura fedeli cosi come i non credenti.

Di seguito il videoclip ufficiale di "innu a sos cadderis", realizzato grazie alla prima posizione conquistata nel concorso musicale Melo.die de Sardigna 2014.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK