“Marghine al Centro”, un fiume di denaro in arrivo nel territorio : ecco come sono stati suddivisi i Fondi

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA
Il territorio del Marghine

 

 Il Progetto di Sviluppo si chiama “Marghine al centro - Turismo, Sport, Cultura e Natura ” e prevede l'assegnazione di circa 24 Milioni di Euro al territorio ( esattamente 23.733.062 Euro) : il relativo Accordo di Programma ( con Progetto e Quadro Finanziario ) è stato approvato con la Deliberazione firmata dal Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru il 16 Maggio 2017 ed individua come Soggetto Attuatore nell’ambito degli specifici atti di programmazione l'Unione dei Comuni del Marghine.

La strategia generale del progetto – si legge nella Delibera - mira a migliorare l’attrattività e la competitività del Marghine attraverso un sistema integrato territoriale che crei, da un lato, la connessione del paesaggio rurale, valorizzando una rete di percorsi naturalistici e culturali che interpreta il territorio in modo unitario e, dall’altro, migliori il benessere sociale ed economico, offrendo servizi qualificati e più efficienti alla popolazione”.

Vediamo, nello specifico, in cosa consiste il Progetto.

Anzitutto, la strategia d'intervento è organizzata in 3 Azioni, all'interno delle quali troviamo altrettante sub-azioni. Analizziamole per ordine:

 AZIONE 13.01  Valorizzazione dell'offerta ambientale e culturale, con un investimento totale di 7 Milioni 378 Mila Euro.

L’azione è suddivisa a sua volta in tre sub-azioni:

- Rete dei percorsi naturalistici del Marghine, alla quale sono assegnati 3 Milioni e mezzo di Euro ( per la precisione 3.498.000), suddivisi in 9 interventi:

1) Birori - Recupero e adeguamento dei camminamenti 500.000 Euro;

2) Bolotana - Completamento del Centro polifunzionale di Ortachis e valorizzazione dell'area archeologica di Pabude 500.000 Euro;

3) Bortigali - Riqualificazione itinerario “Funtana Longa - Su Au 'e Sa Domo” 108.000 Euro;

4) Bortigali - Riqualificazione dell’itinerario “Iscala – Mudolau – Orolo – Sa Coa ‘e su lavru” 190.000 Euro;

5) Dualchi - Rete di camminamenti 450.000 Euro;

6) Lei - Ripristino della sentieristica della Montagna di Lei 450.000 Euro;

7) Macomer - Percorsi per il miglioramento della fruizione e valorizzazione delle aree archeologiche a Macomer 500.000 Euro;

8) Silanus - Miglioramento dei percorsi naturalistici a Silanus 300.000 Euro;

9) Sindia - Riqualificazione e miglioramento della fruibilità dei percorsi naturalistici a Sindia 500.000 Euro.


- 13.01.2 Rete dei percorsi dell'identità del Marghine, alla quale sono assegnati fondi per quasi 3 Milioni ( esattamente 2.780.000 Euro) così suddivisi:

1) Borore - Ristrutturazione e completamento del Museo del Pane rituale di Borore 500.000 Euro;

2) Bortigali - Il museo di “Radio Sardegna” 330.000 Euro;

3) Macomer - Completamento dell'Ex Alas patrimonio di archeologia industriale 1.000.000 Euro;

4) Macomer - Il Museo archeologico del Marghine 150.000 Euro;

5) Macomer - Valorizzazione Villa Pasquini come punto centrale della rete dei percorsi 800.000 Euro.


- 13.01.03 Percorsi della religiosità, sub azione per la quale sono assegnati fondi per 1 Milione e 100 mila Euro, suddivisi tra 2 soli interventi:

1) Macomer - Realizzazione percorso spirituale religioso San Pantaleo Monte di Sant'Antonio 700.000 Euro;

2) Noragugume La Casa Aragonese - Centro di accoglienza per i pellegrini del Cammino di Santu Jacu 400.000 Euro.

AZIONE 13.2 Miglioramento dei servizi essenziali per il territorio, alla quale sono destinati in totale fondi per poco più di 15 Milioni di Euro ( esattamente 15.233.062 Euro).

L'azione prevede anch'essa tre sub-azioni:

13.02.1 Miglioramento dell'accessibilità generale e turistica, per i cui interventi sono individuati fondi per 11 Milioni e Mezzo di Euro ( per la precisione, 11.648.062), suddivisi in 6 interventi, 3 dei quali sconfinano il territorio del Marghine per interessare quello della Planargia :

1) Bortigali - Miglioramento dell'accessibilità lungo la SS 129, 300.000 Euro;

2) Macomer . Ripristino e messa in sicurezza muro controscarpa Antico Castello ex SS 131, 85.050 Euro;

3) Sindia - Circonvallazione di Sindia, 2.705.000 Euro;

4) Ricaduta territoriale non unicamente nel Marghine - Piano Trenino Verde 2016- 2018 Macomer-Bosa - 3.284.205 Euro (Interventi sulle traverse, risanamento massicciata, rincalzatura ed attività generali);

5) Ricaduta territoriale non unicamente nel Marghine - Itinerario ciclabile Ozieri/Chilivani - Illorai (Stazione Tirso) - Macomer - Bosa (164,17 km) – 500.000 Euro (Progettazione e attuazione interventi immediatamente realizzabili con il finanziamento disponibile);

6) Ricaduta territoriale non unicamente nel Marghine - Turismo by rail (Associazione di comuni di Bosa, Flussio, Macomer, Sindia, Suni, Tinnura, Tresnuraghes) - 4.773.807,21 Euro (Riqualificazione strutture ex FdS su 5 stazioni ferroviarie e 22 caselli).

- 13.02.2 Miglioramento dei servizi scolastici, sub azione che prevede un solo intervento che coinvolge Macomer e Borore per 85 Mila Euro di spesa:

1) Macomer-Borore - Scuole del Nuovo Millennio 85.000 Euro per la Riqualificazione di un edificio per la creazione di un polo scolastico.

- 13.02.3 Rete dell'offerta del tempo libero e del benessere, per la quale sono previsti investimenti pari a 3 Milioni e Mezzo, così suddivisi :

1) Bolotana - Potenziamento e riqualificazione degli impianti di Bolotana 300.000 Euro;

2) Borore - Lavori di ristrutturazione e completamento degli impianti sportivi 500.000 Euro;

3) Bortigali - Potenziamento e riqualificazione degli impianti di Bortigali 100.000 Euro;

4) Macomer - Lavori di efficientamento energetico e di sicurezza degli impianti sportivi del complesso Scalarba, Calcio, Tennis e Atletica 1.800.000 Euro;

5) Silanus - Adeguamento funzionale e messa a norma impianti sportivi comunali in località Caramarzos, 500.000 Euro;

6) Sindia - Potenziamento e riqualificazione degli impianti di Sindia, 300.000 Euro.

Nell'allegato alla Delibera si ricorda che a questi quasi 24 Milioni vanno sommati quelli già programmati nell’ambito della Programmazione FSC 2014-2020 – Patto per la Sardegna, ossia:

- Macomer Revamping del termovalorizzatore per rifiuti urbani di Macomer per 42.155.497 Euro (FSC 2014-2020 Patto per la Sardegna/Bilancio RAS)

Sindia-Suni S.S. 129 Sindia-Suni 15.000.000 Euro (FSC 2014-2020 Contratto programma ANAS 2016 – 2020).

L'ultima AZIONE , la 13.3 , riguarda invece la Governance territoriale, che costerà poco più di 1 Milione di Euro ( precisamente 1.122.000 Euro), suddivisa anch'essa in 3 Sub Azioni:

1) 13.03.1 Coordinamento generale del progetto (Creazione di un ufficio unico di progetto e Accompagnamento al soggetto attuatore degli interventi previsti dal progetto : entrambe Azioni Immateriali a Costo Zero);

2) 13.03.2 Coordinamento dell'offerta territoriale ambientale e culturale, che avrà invece un costo complessivo di 422.000 Euro e coinvolgerà tutti i Comuni del Marghine ( Cartellonistica integrata per la rete dei sentieri del Marghine, Acquisizione di beni e servizi, Marketing interno ed esterno);

3) 13.03.3 Coordinamento dei percorsi di utilizzo della Tossilo SpA ( si tratta dei 13 lavoratori in esubero dell'Inceneritore di Tossilo, 3 dei quali andati in Enas, 6 al Comune di Macomer, 2 a quello di Borore e 2 a Bolotana) : per l'intervento di supporto sono individuati 700 Mila Euro.

Facciamo un calcolo suddividendo per ciascun Comune i fondi complessivi destinati ai vari interventi :

la Città di Macomer avrà circa 5 Milioni di Euro, (esattamente 5.035.050 Euro), ai quali vanno aggiunti gli 85 mila Euro per la creazione di Polo Scolastico in collaborazione con Borore e la ricaduta di parte 8 Milioni e Mezzo di Euro (8.558.012 Euro) dei 3 progetti che sconfinano il Marghine per interessare la Planargia e che vedono comunque Macomer coinvolta.

A Sindia vengono assegnati 800 Mila Euro, ai quali vanno però sommati i 2 Milioni 205 Mila Euro per Circonvallazione e le ricadute del Progetto Turismo by rail da oltre 4 Milioni e Mezzo di Euro, dove Sindia fa parte dell'Associazione di Comuni proponenti.

A Bortigali che, escluso Macomer, è il paese del Marghine che ha fatto più “diversificazione” e vedrà finanziati ben 5 interventi, vanno poco più di 1 Milione di Euro ( 1.028.000 Euro), a Borore sono assegnati 1 Milione di Euro , mentre a Silanus e Bolotana 800 Mila. Seguono Birori con 500 Mila Euro, Lei e Duachi con 450 Mila e Noragugume con 400 Mila.  

Curioso, infine, il fatto che più di 1/3 dei Fondi complessivi assegnati al progetto "Marghine al Centro" vadano in realtà a sostenere progetti che avranno una ricaduta effettiva fuori dal territorio indicato dal programma, ossia nel raggio d'azione del territorio della Planargia : una sorta di ricostituzione ideale di quella che fu la Comunità Montana del Marghine-Planargia.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK