Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Macomer. "Le cose necessarie": Maurizio Cossu (M5S) interviene nel dibattito politico sulle ripercussioni dell'inchiesta Ippocrate

| di Maurizio Cossu, Portavoce del M5S in Consiglio Comunale
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

MACOMER. Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato a firma di Maurizio Cossu, rappresentante in Consiglio del Movimento 5 Stelle.

Le cose necessarie 3

  • Poche parole per fare chiarezza in una comunità che di chiarezza ha bisogno come l'acqua nel deserto.

"Chi non si allinea, spesso, è più utile di quanto si pensi!
E anche di quanto lui stesso possa rendersi conto."

Parto da questa metafora per descrivere l'atteggiamento che , in questo caso, è necessario quanto i fatti.

Il mio ruolo ed il mio "mandato" di Portavoce non sono nella mia esclusiva disponibilità. Anche se non ho un vincolo di mandato. Sono un servizio alla Comunità. Niente altro.
Non mi sono dimesso da Portavoce del Movimento 5Stelle. E non perché ritenga sbagliato l'atteggiamento e la scelta dei colleghi dell'opposizione. Tutt'altro! Decisione rispettabilissima!

Anzi, mi metto a disposizione degli ex colleghi perché, se vorranno, le loro istanze siano rappresentate in Consiglio comunale in questo periodo, speriamo breve, in cui la maggioranza possa maturare consapevolezza della situazione. Perché, nonostante le chiacchiere che mi definiscono "stampella" della maggioranza o altre stupidaggini simili più o meno colorite, rimango e continuiamo fermamente a chiedere le dimissioni al Sindaco, al suo reggente e a tutta la Giunta. Senza se e senza ma.

Ricordando, per l'ultima volta ,che la mia apertura di credito al documento di programmazione della maggioranza, durante la prima seduta di insediamento, aveva esclusivo valore di "riconciliazione " e di prospettiva per la nostra Comunità. Apertura di credito miseramente soffocata dagli eventi e dalle quale devo convintamente recedere.
Resterò. Resteremo, perche il Movimento 5Stelle Sardo tutto sostiene la nostra azione di responsabilità come presidio democratico a disposizione della Comunità. Le ormai famose "cose necessarie" dove gli atti, Politicamente opportuni, si differenziano dalla fredda norma che legittima un mandato. Un mandato "legittimo" che continua ad affermare che le vicende giudiziarie del Sindaco, siano totalmente estranee ed ininfluenti rispetto alla credibilità Politica della Giunta. Ed alle sue scelte.

Perché nonostante tutte le difficoltà, e anche gli errori che possiamo aver fatto, mai abbiamo anteposto il nostro interesse a quello dei Cittadini, in una visione di futuro nella quale al centro c'è sempre 'l'UOMO. Nella sua essenza e dignità inalienabile. L'UOMO, qui, anche a Macomer.

E dispiace davvero che strumenti innovativi, legge dello Stato, come il reddito di Cittadinanza vengano apostrofati come " reddito di "mandronanza " durante un Consiglio Comunale convocato per dibattere la grave situazione politica macomerese....dal massimo rappresentante della Giunta in carica che dichiara fermamente di voler continuare a guidare la Città... Piuttosto, ricordo ai più distratti, che con questo strumento il Cittadino ha ben due grandi vantaggi: il vedere garantito, perlomeno, il raggiungimento essenziale della soglia minima di povertà, necessità civile e di democrazia Sociale , oltre che la piena libertà di non deve "ringraziare" qualcuno in particolare per i suoi diritti. Solo la legge dello Stato. Ricordando che lo stesso cittadino , su progetto e richiesta del Comune, è tenuto a " restituire" alla Comunità parte del proprio tempo, secondo la norma, in servizi di pubblica utilità. Pena la revoca.
Qualche piccolo risultato. Per le persone.

Resterò e resteremo cercando di evitare che la situazione da ridicola diventi grottesca.
La maggioranza rimane aggrappata alle sue ormai scomode poltrone soltanto perché ha la consapevolezza che lasciare l'amministrazione adesso significa rischiare di non tornarci più, oppure perché l'arrivo di una figura di garanzia come il Commissario potrebbe aprire tutti i cassetti. E non paralisi amministrativa. Un poco di normalità.
Solo piccole miserie umane, niente a che vedere con le cose necessarie per la Comunità.   

....e io non mi dimetto!    

Maurizio Cossu, Portavoce del M5S in Consiglio Comunale

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK