Pagare solo ciò che si consuma: ecco la nuova tecnologia per adeguare i Termosifoni alla Norma ed evitare le Sanzioni

| di a cura della Redazione
| Categoria: Informazione Aziendale
STAMPA

 

Pagare solo per il calore che si consuma: può sembrare un miraggio, ma ora finalmente è possibile.

Il sogno di ogni condominio è di poter liberamente scegliere i consumi di calore anche in presenza di impianti centralizzati.

Ebbene, adesso si può fare, grazie a tecnologie facilmente installabili e poco costose: con meno di 100 Euro a termosifone ( per la precisione 89 Euro a Termosifone) il Nuovo Sistema Techus Grid permette di pagare solo il calore che si consuma, senza ulteriori spese o interventi all'impianto di riscaldamento e, non meno importante, permette di scongiurare le sanzioni.

La NORMATIVA. Con il recepimento da parte dell'Italia, nel 2014, della normativa europea (la 2012/17 UE) attraverso il Decreto Legislativo 102/2014, tutti i condomini forniti da una caldaia centralizzata condominiale devono dotarsi di strumenti di lettura e termoregolazione dei consumi, cioè di sistemi che permettono di contare le calorie dei nostri termosifoni quando sono accesi.

La normativa indica a tutti i condomini di utilizzare un criterio di ripartizione delle spese di riscaldamento anche senza l'utilizzo delle tabelle millesimali, che diventa infatti un “sistema superato” nel momento in cui ogni termosifone viene dotato di un vero e proprio contatore che registra il consumo delle calorie e poi ripartisce i costi sulla base del reale utilizzo nel proprio appartamento.

IL SISTEMA TECHUS GRID. E' una soluzione efficace e soprattutto economica rispetto ai sistemi tradizionali: con un costo di 89 Euro a termosifone, Techus Grid garantisce le funzioni richieste dalla normativa e le funzionalità richiesta dal condominio.

COME FUNZIONA. Le termovalvole del sistema Techus, che un operatore installerà sul vostro Termosifone, sono collegate wifi ad un Controller Techus Grid che calcola le effettive calorie consumate e fornisce i dati in tempo reale su Smart phone e pc attraverso una App.

Il sistema è una tecnologia innovativa tutta sarda che si candida a primeggiare nel mercato, presentandosi con un prezzo assolutamente concorrenziale ed abbattendo le ulteriori spese di progettazione solitamente a carico del condomino.

Con Techus Grid si rispetta l'ambiente, la Normativa in materia e soprattutto si risparmia sui costi di di installazione dei sistemi di contabilizzazione delle calorie ai termosifoni.

LA SITUAZIONE IN SARDEGNA. Pagare i costi di riscaldamento in base ai reali consumi è divenuta ormai una prassi in Europa e nel resto dell'Italia. La Sardegna risulta essere invece fanalino di coda nel Risparmio Energetico, nonostante i nuovi sistemi consentano una riduzione dei costi superiore al 20%.

Secondo alcuni sondaggi, in Sardegna sono pochissimi i condomini che si sono adeguati alla nuova normativa. Le ragioni sarebbero essenzialmente 2:

  • si opta per il rinvio, scegliendo la relazione di un ingegnere sulla non fattibilità della contabilizzazione e della termoregolazione, per motivi tecnici ed economici;

  • si opta per il rinvio a causa un progetto di “interventi per la riduzione dei consumi” preliminare che prevede, oltre alla contabilizzazione, anche numerosi interventi di efficientamento che partono dal costo dell'intervento molto oltre le possibilità dei condomini, rendendo l'intervento molto oneroso.

LE SANZIONI. Sarà la ASL, attraverso i propri tecnici, a verificare l'adeguamento effettivo alla Normativa Europea.

Per gli inadempienti, le multe variano da 500 a 2.500 Euro per condominio o/e per condomino.

Le cause che hanno determinato il rinvio dell'adeguamento in Sardegna (vedi sopra) sembrerebbero alquanto inefficaci per evitare le sanzioni: anche in presenza di una attestazione di “Non Fattibilità” del tecnico di fiducia, la ASL si riserva la possibilità di multare ugualmente gli inadempienti, a meno che non sussistano comprovati e gravi problemi tecnici di inattuabilità del sistema di regolazione.

La seconda causa, quella relativa al costo, non può essere un fattore di esenzione dall'obbligo normativo e non scongiura quindi le sanzioni.

Con l'applicazione Techus Grid si riescono a superare i vari problemi di non fattibilità, rendendo non applicabile la relazione del tecnico di condominio: il consumo non sarà più un dato di tutto il condominio, ma ricadrà sui singoli condomini, che potranno finalmente pagare in base all'utilizzo reale del riscaldamento del proprio appartamento.

Per farlo non sarà necessaria nessuna opera muraria e nessun costo progettuale e la gestione dei consumi sarà completamente online.

Per avere tutte le ulteriori informazioni sul Sistema Techus Grid, chiamare il Numero Verde 070.8585215.

a cura della Redazione

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK