Partecipa a IlMarghine.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Macomer. I Vertici di Tossilo e Consorzio “Interrogati” dai Consiglieri al C.C. La bagarre politica “brucia” 3 ore di Assemblea

Condividi su:

MACOMER. Una sala gremita quella nella quale, ieri sera, si è tenuto l'importante e atteso Consiglio Comunale con all'Ordine del Giorno la Questione Tossilo.

Lavoratori, Rappresentanti Sindacali e Vertici di Consorzio Industriale e Tossilo S.p.A. (assenti per altri impegni i vertici della Asl), Comitato Non Bruciamoci il Futuro, Zero Waste Sardegna, Associazione 14 Dicembre, Amministratori Locali di Birori e Borore e tanti cittadini, si sono ritrovati nella stessa sala alle 19 per assistere alla discussione sul complesso tema che da mesi domina la vita pubblica del Marghine.

 

Peccato che il Consiglio, per circa 3 ore, si sia avvitato su altre questioni, dando vita ad una continua e per certi versi sfiancante bagarre politica, scatenata da questioni formali e, talvolta, anche sostanziali, che hanno avuto però come diretta conseguenza lo slittamento di ore dell'avvio della discussione sulla Questione di Tossilo.

 

Alle 22 finalmente si è trattato il punto all'ordine del giorno sull'Inceneritore: dopo la relazione del Sindaco Succu, che ha sinteticamente ripercorso la storia dell'Impianto di Trattamento Rifiuti e gli avvenimenti degli ultimi mesi che hanno fatto emergere la grave crisi della Società Tossilo S.p.A. (alla quale dovrebbe seguire la fermata delle linee di Incenerimento e quindi l'esubero di parte dei suoi lavoratori), è stato richiesto l'intervento dell'Ingegner Demontis, Amministratore Delegato della Tossilo S.p.A. e dell'Ingegner Rubattu, Direttore del Consorzio Industriale di Tossilo, entrambi presenti in aula.

 

Proprio a Demontis è spettato il compito di spiegare l'attuale situazione della Società: in sintesi, l'a.d. ha individuato in “ragione di tipo economico” le cause che hanno determinato la crisi.

Il buco di bilancio di 800 mila Euro non consentirebbe alla società, secondo Demontis, di eseguire le manutenzioni di cui l'impianto avrebbe bisogno, ma se anche queste si facessero, “la tariffa da applicare ai Comuni per il conferimento sarebbe comunque troppo alta”.

Lo stesso Demontis ( e Rubattu sulla vicenda della Piattaforma di Prima Valorizzazione ) è stato sottoposto ad una serie di domande da parte dei Consiglieri.

Essendo la questione davvero complicata, abbiamo deciso di lasciare alla voce dei protagonisti la ricostruzione del “botta e risposta” avvenuto in aula: dalla serata di oggi, pubblicheremo sul nostro sito i video della discussione, consentendo a ciascuno di voi di farsi un'opinione non filtrata di quello che è accaduto.

Anticipiamo solo che l'Ingegner Demontis ha dichiarato che a metà della prossima settimana si svolgerà un incontro all'Assessorato ai Lavori Pubblici per discutere un piano per i Lavoratori della Tossilo e che l'Impianto chiuderà a fine Febbraio (inizialmente si era detto a metà Febbraio, quindi vi sarebbe uno slittamento di due settimane).

 

Il Consiglio Comunale, conclusosi oltre la mezzanotte e mezza, ha rinviato alla prossima seduta la discussione del punto sullo Stato di Salute del Marghine.

Tra poche ore su IlMarghine.net, i Video sui momenti più importanti del confronto.

Condividi su:

Seguici su Facebook