Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Silanus. Gestione degli Impianti Sportivi: “la Polisportiva è stata esclusa per un atto Politico. Pagheremo tutti di più”

| di Polisportiva Silanus
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
Foto Polisportiva Silanus

 

SILANUS. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa a firma della Polisportiva Silanus riguardante la Gestione degli Impianti Sportivi.

 

"In riferimento alla risposta fornita dal Sindaco di Silanus all’interpellanza dei gruppi consiliari “ Indipendentes Pro Silanus” e “Per Silanus” avente per oggetto la “Gestione degli impianti sportivi comunali”, la Polisportiva Silanus esprime tutto il proprio disappunto.

Prima di qualunque altra cosa respinge l'accusa circa la presunta morosità nei confronti del Comune.

Il ritardo nei pagamenti si è reso necessario in seguito alla pretesa del pagamento di quote mensili per l'anno 2015 per servizi non meglio specificati.

È noto e certificato dai fatti e dagli atti che dal mese di settembre 2015 e fino al 15 dicembre, l'onere della gestione degli impianti sia stato in capo alla Polisportiva a titolo assolutamente gratuito, comprese le pulizie straordinarie resesi necessarie dopo l'ultimazione dei lavori da parte dell'impresa costruttrice, risparmiando al Comune stesso le spese di pulizia e gestione, se è vero come è vero che il nuovo gestore ha preso in carico gli impianti non prima del 15.12.2015.

Non essendo riportata nella risposta all'interpellanza succitata alcuna giustificazione circa la pretesa di 1.000 euro per il 2015, dopo aver assistito alla seduta di Consiglio Comunale del 29.02.2016, la dirigenza della Polisportiva deliberava di pagare immediatamente la somma di € 300 quale quota canone per la seconda metà del mese di dicembre 2015 e di € 1.000 per i primi due canoni mensili del 2016.

Prende dunque atto che non esiste e non esistesse alcuna norma che obbligasse l’Amministrazione Comunale ad affidare il servizio in oggetto ad una cooperativa, nonostante che, la stessa Amministrazione, durante l’incontro avuto con la Polisportiva, avesse sostenuto il contrario, sconsigliando quindi la stessa Polisportiva dal presentare domanda per l'affidamento in gestione in quanto sicuramente soccombente.

Tuttavia la Polisportiva ha presentato formale domanda per l'affidamento in gestione senza ricevere alcun riscontro. Dalla risposta all'interpellanza si evince pertanto che la scelta di escludere la Polisportiva è stato un atto meramente politico.

Senza entrare nei dettagli della convenzione stipulata col nuovo gestore (Cooperativa Progetto H), risulta evidente che vengono a mancare, nel cambio di gestione, i requisiti della presunta economicità. Di fatto l'utenza di Silanus, la società Polisportiva e di conseguenza tutta la comunità dovrà sostenere un onere economico ben superiore che in passato.

Costi che graveranno sulle famiglie e specialmente per i bambini e i minori in genere.

In merito alle contestazioni espresse pubblicamente dal Sindaco circa lo scarso impegno profuso dalla Polisportiva nella manutenzione e cura degli impianti negli anni in cui era affidataria, non si capisce come mai solo ora esprima tale severo giudizio senza aver prima mai rilevato alcunché.

È noto a tutti come la Polisportiva si sia sempre prodigata per garantire e mantenere il decoro della struttura, con la doviziosa cura e pulizia dei locali, delle aree esterne e delle pertinenze, onde salvaguardare l’ambiente sano ed accogliente per l'utenza, compito sicuramente non facile vista la vetustà degli impianti prima della recente ristrutturazione.

L’Amministrazione comunale ha dunque deliberato l’affidamento ad altro gestore con la precisa volontà di estromettere la Polisportiva evitando il confronto e la ricerca di una eventuale rinegoziazione degli accordi.

Così facendo ha cancellato le consuetudini e disatteso le raccomandazioni di legge che indicano nelle società sportive i soggetti da preferire nell'affidamento in gestione degli impianti sportivi pubblici, con il conseguente aumento degli oneri a loro carico.

Oneri assolutamente insostenibili visto che la Polisportiva è una Società che opera, a titolo di volontariato, nell’ambito sportivo per promuovere ed incoraggiare la pratica dello sport esaltando la funzione sociale che essa svolge quale collante per l’aggregazione, integrazione e crescita per molti giovani e non all’interno della collettività, non si capisce il senso di mortificare in questo modo un iniziativa fondamentale della comunità silanese.

Tanto più incomprensibile appare l'indifferenza e la insensibilità dell'Amministrazione Comunale se si considerano i lusinghieri risultati che la Polisportiva sta conseguendo negli ultimi anni.

Suggestiva appare l'intenzione dell'amministrazione di educare alla regole i cittadini imponendo nuovi costi per servizi già abbondantemente pagati dalla comunità. Il rispetto per la cosa pubblica e l’educazione non si impongono pretendendo un corrispettivo in denaro.

In riferimento alla disponibilità dei dipendenti della Cooperativa, che dovrebbero essere disponibili per 2 ore al giorno, nulla da eccepire anzi massima disponibilità e cordialità reciproca ma c’è da far osservare che la sede in uso alla Polisportiva, il vecchio scantinato degli spogliatoi, oltre che scomodo ed inadeguato, non è accessibile se non previa apertura e chiusura da parte dei dipendenti, spesso fuori dal normale orario di lavoro degli stessi, visto che le riunioni del direttivo, o i dopo partita si concludono normalmente a tarda ora, obbligando gli stessi operatori ad un impegno lavorativo supplementare.

La reiterata richiesta di una sede più ampia e razionale, preferibilmente esterna al campo sportivo, adatta anche a custodire l'archivio e i documenti non è mai stata presa in considerazione.

Alla luce di quanto esposto si auspica che l'Amministrazione Comunale di Silanus riconsideri seriamente il sistema di gestione degli impianti sportivi comunali, in caso contrario decreterà l'estinzione della Polisportiva Silanus, dopo mezzo secolo di storia.

La conseguenza potrebbe essere la fuga in massa dal paese verso altri comuni di giovani (scuola calcio) e meno giovani che, per praticare un'attività sportiva, dovranno rivolgersi ad altre società.

Sarebbe una sconfitta per tutti, specialmente per l'Amministrazione Comunale, aver sprecato tanti soldi per un impianto destinato a rimanere deserto.

Per la 1ª squadra, potremmo chiedere ospitalità in un paese limitrofo, con costi nettamente inferiori, visto che i sacrifici e i brillanti risultati conseguiti negli ultimi tempi non possono andare dispersi, considerando anche che abbiamo un'ottima squadra composta in buona parte da giocatori locali.

Stiamo pertanto sondando le varie alternative e siamo sicuri di trovare un'accoglienza migliore nei paesi vicini.

 

Un nostro accanito tifoso direbbe: “Pobera terra!

Polisportiva Silanus

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK