Esposti Amianto, approvato nella notte l'emendamento che riconosce la pensione ai lavoratori: 50 milioni di Euro per il biennio 2017/18

di Michele Piras

| di Michele Piras, Deputato Sinistra Italiana
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

"Nel corso della notte la Commissione bilancio della Camera dei Deputati ha approvato il mio emendamento alla legge di stabilità, che riconosce la pensione di inabilità ai lavoratori esposti all'amianto, riaprendo per il 2017 e il 2018 i termini per le richieste all'INAIL per coloro che abbiano contratto malattie asbesto correlate e destinando 50 milioni di euro nel biennio (20 milioni per il 2017 e 30 milioni per il 2018).

Un risultato importante e un primo atto di giustizia per tante persone che si sono ammalate lavorando, il frutto di una battaglia partita dalla Sardegna centrale, dall'ex polo petrolchimico di Ottana, che ha visto protagonista centinaia di cittadini, l'associazione degli esposti all'amianto Aiea, la Cgil, le rappresentanze del nuorese in Consiglio regionale e quelle sarde alla Camera.

Un risultato che rivendico con orgoglio e che dimostra come la politica sia ancora in grado, mettendo in rete le energie e le intelligenze, di fare cose giuste. Un atto che rende parziale giustizia a chi ha tanto sofferto e ancora sta soffrendo, per i veleni che ha respirato e con i quali è entrato in contatto per causa di servizio.

Oggi è un giorno felice. E io sono emozionato
".

Michele Piras, Deputato Sinistra Italiana

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK