Caso Tossilo, il Sindaco di Macomer scrive alla ASSL di Nuoro: “è necessario adottare provvedimenti sanitari per la tutela della salute?”

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. Il Sindaco di Macomer e Presidente dell'Unione dei Comuni del Marghine Antonio Succu ha scritto questa mattina al Direttore della ASSL di Nuoro Andrea Marras e, per conoscenza, al Direttore Sanitario dell'ATS Sardegna Francesco Enrichens: al centro della nota c'è il Caso Tossilo, tornato platealmente alla ribalta con la nuova Diffida incassata dalla società che gestisce l'Impianto di Trattamento Rifiuti, la Tossilo S.p.A., di proprietà del Consorzio Industriale di Macomer.

Una Diffida emessa dalla Provincia di Nuoro e che si basa sulle molte, troppe “non conformità” rilevate dalle ispezioni dell'ARPAS di Oristano sia all'interno dell'impianto sito nell'area di Tossilo sia nella Discarica di Monte Muradu.

Rappresento la mia preoccupazione, non solo personale ma anche di altri Sindaci del territorio e della popolazione, conseguente alla Diffida della Provincia di Nuoro - scrive Antonio Succu - nell'interesse della Comunità che rappresento e del territorio del Marghine, le chiedo di verificare se non sia necessario adottare provvedimenti di ordine sanitario per la tutela della salute dei Cittadini”.

Non solo: il Sindaco di Macomer chiede anche che venga appurato se le strutture e i servizi dell'ex ASL e dell'ATS siano in grado di verificare “il rischio sanitario connesso ai contenuti della Diffida”.

Un passaggio per nulla scontato, rafforzato dalla richiesta espressa in conclusione di nota: “in attesa di un riscontro alla presente e alla mia precedente del 7 Novembre 2017” - scrive Succu, sottolineando che già 10 giorni fa aveva inviato alla stessa ASSL una richiesta scritta con la quale si chiedeva un aggiornamento dei dati sulla salute pubblica relativi al territorio del Marghine, che risultano aggiornati al periodo 2011/2015.

Insomma, il Sindaco di Macomer insiste per ottenere i dati aggiornati delle “analisi di mortalità per tumore suddiviso per zone” (dati che già nel Dicembre del 2015 avevano sollevato non poche polemiche), ma anche per avere risposte ufficiali dagli enti preposti sulla situazione sanitaria attuale a fronte delle problematiche ambientali emerse nella Diffida.

Il 10 di Novembre lo stesso Sindaco aveva scritto anche all'ARPAS di Nuoro: la richiesta formulata è quella dell'acquisizione dei dati di monitoraggio della qualità dell'aria rilevati dalla Centralina posta nel Rione di Santa Maria a Macomer ( in linea d'aria, vicinissimo all'Inceneritore di Tossilo) relativi al periodo precedente e successivo allo spegnimento dei 2 forni di incenerimento dei rifiuti.  

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK