Macomer. Dieci studenti pronti a partire per l'Irlanda: li aspetta un mese di lavoro con imprese europee

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

MACOMER. La partenza per Dublino è prevista per il prossimo Lunedì 30 luglio e l'esperienza formativa durerà ben quattro settimane grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro transnazionale "We work in Europe", finanziato con i fondi strutturali europei.

I protagonisti sono 10 studenti dell'IIS S.Satta di Macomer, che si preparano ad affrontare un viaggio del tutto particolare che li porterà in Irlanda, il paese verde che, grazie alla collaborazione con l'Università di Dublino, li ospiterà inserendoli in un percorso lavorativo finalizzato ad un confronto diretto con diverse realtà produttive dell'isola, selezionate in base alle competenze didattiche dei ragazzi.

A cimentarsi in questa avventura saranno Gabriele Bichiri, Eleonora Corbu, Sara De Pau, Davide Fortunati, Luca Nicelli, Daniel Nieddu, Manuel Nieddu, Luca Mureddu, Miriana Sedda e Carla Porcu, accompagnati dai docenti tutor Gian Luca Usai e Marco Paniccia.

Ad aspettarli a Dublino ci sono 30 ore di lavoro settimanali ed un mondo tutto da scoprire.

Gli allievi si confronteranno con le imprese di tre diversi settori, che coincidono con i relativi indirizzi di studio attivi al Satta e all'Amaldi di Macomer, ossia grafica e comunicazione, informatica, meccanica, manutenzione e assistenza tecnica.

Dai software alle tecniche di gestione per i progetti, dai linguaggi di programmazione sino al funzionamento dei dispositivi di automotive e alla domotica, gli studenti macomeresi faranno un tuffo nella pratica aziendale all'estero e dovranno dimostrare di saper recepire i processi produttivi e di essere in grado di collaborare nei gruppi di lavoro.

Alla fine di ciascuna giornata, i ragazzi dovranno rendicontare l'attività svolta in un personale diario di bordo, ma anche aggiornare la relativa pagina social realizzata per l'occasione e nella quale si condenseranno i fotogrammi e le impressioni di un viaggio esperienziale che li porterà a toccare con mano la dimensione europea relativa a tre settori che fanno da traino all'economia globale.

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK