Renzi annuncia l'Etichettatura di Origine per Latte e Derivati, la Coldiretti esulta ma l'ultima parola spetta all'UE

| di Giulia Serra
| Categoria: Economia
STAMPA
Foto Ansa

 

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi lo ha annunciato ieri di fronte ad una platea interessata, quella riunitasi in occasione del “Milk Day”, evento organizzato da Coldiretti e tenutosi a Milano: un Decreto Interministeriale col quale l'Italiase Bruxelles darà parere favorevole – istituirà con una specifica legge l'obbligo di indicare in etichetta la provenienza del latte e derivati come formaggi e yogurt.

Un annuncio, quello del Premier, che ovviamente ha acceso immediatamente gli entusiasmi di molti: sarebbe infatti una misura a garanzia dei consumatori, sempre alle prese con la complicata (se non impossibile) individuazione dell'origine dei prodotti che si mettono in tavola, così come per i produttori, alle prese con la difesa delle produzioni agroalimentari italiane e costantemente “in lotta” con una contraffazione sempre più diffusa.

Da Milano arriva anche il commento del Presidente Coldiretti Sardegna Battista Cualbu: “Una vittoria per gli allevatori e i consumatori. Una vittoria di tutti, che ci riguarda in primo piano visto che siamo i leader nella produzione di latte ovino e ci difendiamo anche con il caprino e il bovino. La tutela e la trasparenza è il presupposto per la difesa delle nostre produzioni agroalimentari”.

Il decreto interministeriale sarebbe già stato inviato a Bruxelles per essere esaminato: di certo, nonostante gli annunci, non sarà semplice spuntarla.

Fino ad ora infatti l'UE ha sempre respinto proposte che prevedono l'indicazione in etichetta delle origini delle materie prime utilizzate per produrre i prodotti, ritenendo la pratica lesiva della libera circolazione delle merci.

Insomma, la strada da percorrere appare ancora lunga e piuttosto dissestata.


 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK