Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ottana esclusa dalle Aree di Crisi, Crisponi attacca la Giunta Pigliaru: “è il risultato della vostra insipienza”

di Luigi Crisponi

| di Luigi Crisponi, Riformatori
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

Quello dell'assenza di Ottana dalla bozza di decreto del Ministero del Lavoro sulle aree di crisi, entro le quali estendere la Cassa Integrazione Speciale per 12 mesi e garantire un irrinunciabile sussidio di 500 euro mensili ai lavoratori delle aziende  del territorio  che a fine anno si ritroveranno senza alcun tipo di ammortizzatore sociale, è un autentica porcheria ed è l'ennesimo sgradevole regalo della Giunta Pigliaru.

Nonostante il Governo infatti abbia individuato ben nove aree in tutta Italia,  Ottana, ma anche  Sulcis e Porto Torres e quindi tutta la Sardegna con le sue martoriate aree di crisi ancora una volta vengono prese in giro per l'insipienza dei sonnolenti amministratori regionali.

Non bastano e non servono le tardive rassicurazioni dell'Assessore all'Industria Maria Grazia Piras. Dati alla mano è dimostrata ancora una volta l'incapacità a gestire da parte della Giunta regionale delicati temi quali quelli delle coperture sociali a favore dei lavoratori rimasti ancora una volta stritolati dalla vaghezza delle azioni di Viale Trento e dalla superficialità riportata nel confronto con il Ministero del Lavoro.
Il Presidente Pigliaru si svegli dal torpore e assicuri le necessarie certezze con rigorose politiche di tutela di operai e delle loro famiglie sbattendo almeno questa volta  i pugni sul tavolo del Governo nazionale.

Luigi Crisponi, Riformatori

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK