Partecipa a IlMarghine.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Bolotana. "Dalla Sindaca dichiarazioni superficiali, fantasiose, lesive e diffamatorie": l'ex Sindaco Manconi scrive alla Sindaca Motzo e chiede una smentita ufficiale

a cura della Redazione
Condividi su:

 

BOLOTANA. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la Lettera Aperta a firma dell'ex Sindaco di Bolotana Francesco Manconi indirizzata all'attuale Sindaca Annalisa Motzo, alla quale viene chiesta una smentita ufficiale delle dichiarazioni fatte durante l'ultimo Consiglio Comunale in merito al progetto di realizzazione delle Piste di Atletica, considerate dall'ex Primo Cittadino "lesive e diffamotorie dell'Istituzione Comunale". 

ALLA SINDACA DI BOLOTANA

LETTERA APERTA

Gentilissima Sindaca

Dalla lettura del processo verbale contenuto nella delibera consiliare n.32 del 12 Settembre 2017 sono venuto a conoscenza di una serie di dichiarazioni da Lei fatte, in sede di Consiglio, rispetto ai lavori di realizzazione delle piste e delle pedane per atletica negli impianti sportivi comunali – SECONDO STRALCIO.

Dal contenuto dello stesso, in sintesi, si evidenzia che le piste non sarebbero state realizzate secondo il progetto, che l’opera non sia stata dichiarata conforme, che le piste prevedessero originariamente la copertura di una particolare gomma, mentre sono state realizzate in asfalto, che mancherebbe il collaudo e che quindi non potrebbero essere dichiarate conformi per il progetto richiesto, che il progetto stesso non sia stato ultimato e l’opera non rendicontata e, conseguentemente, si mette in dubbio l’esistenza delle somme del ribasso d’asta e dei 5.000 Euro, risorse, queste ultime, derivate da una variazione di bilancio fatta nell’ultimo Consiglio Comunale presieduto dal sottoscritto.

Considerate la GRAVITA’ delle Sue dichiarazioni, visto che il suddetto progetto è stato finanziato e realizzato durante il mio mandato (quindi direttamente interessato) in data 29.09.2017, ho dovuto fare un necessario accesso agli atti.

Dalla verifica degli stessi ho riscontrato che Lei ha fatto dichiarazioni, per usare un eufemismo, infondate.

Risulta infatti, che il 04.10.2016 il Responsabile unico di procedimento Arch. Giuseppe Sanna, il Direttore dei Lavori Ing. Giancarlo Fiori, l’impresa Edile Deledda e Morittu Mario Snc HANNO CERTIFICATO L’ULTIMAZIONE DEI LAVORI E CHE GLI STESSI SONO STATI ESEGUITI ENTRO IL TEMPO UTILE CONTRATTUALE; in data 1.3.2017 il direttore dei lavori deposita in comune il certificato di regolare esecuzione dei lavori in cui dichiara esplicitamente : “I LAVORI DI REALIZZAZIONE DELLA PISTA E PEDANE PER ATLETICA NEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI – SECONDO STRALCIO ESEGUITI DALL’IMPRESA DELEDDA E MORITTU MARIO s.n.c. PER CONTO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BOLOTANA IN BASE AL CONTRATTO 23.06.2016 N.382 DI REPERTORIO SONO REGOLARMENTE ESEGUITI SECONDO IL PROGETTO APPROVATO E LE INDICAZIONI DELLA DIREZIONE DEI LAVORI”. QUINDI COLLAUDATI. E’ STATA QUINDI FATTA REGOLARE RENDICONTAZIONE.

ESISTONO LE SOMME DELLE ECONOMIE DEL RIBASSO D’ASTA (per utilizzarle basterebbe attivare le necessarie procedure burocratiche) OLTRECHE’ I 5.000 EURO PREVISTI PER L’IMPIANTO SPORTIVO.

Alla luce di quanto sopra, considerato che pur avendo a disposizione gli atti sopracitati, risulta evidente che Lei ha fatto affermazioni superficiali, fantasiose e prive di qualsiasi riscontro, soprattutto lesive e diffamatorie nei confronti dell’Istituzione Comunale e del sottoscritto all’epoca responsabile dell’Amministrazione.

Le chiedo che, in occasione della prossima seduta del Consiglio Comunale, venga smentito quanto da Lei dichiarato, onde evitare di costringere il sottoscritto ad effettuare valutazioni circa la riconducibilità dei fatti di cui sopra a fattispecie penalmente rilevanti.

Cordialmente.

Francesco MANCONI

Condividi su:

Seguici su Facebook