Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Forum per la Rinascita di Macomer: "La maggioranza ignora (o finge di ignorare) di avere già a disposizione oltre mezzo milione di euro per alleviare le difficoltà economiche di imprese e famiglie"

di Forum per la Rinascita di Macomer

| di Forum per la Rinascita di Macomer
| Categoria: Politica | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La maggioranza ignora (o finge di ignorare) di avere già a disposizione oltre mezzo milione di euro per alleviare le difficoltà economiche delle imprese e delle famiglie causate dal coronavirus e si autoassolve approvando un bilancio irrealistico ed una mozione burletta.

La nostra Associazione qualche settimana fa aveva proposto un breve rinvio del bilancio di previsione 2020, elaborato prima dell’esplosione dell’emergenza sanitaria, allo scopo di adeguarlo alle drammatiche conseguenze che essa ha determinato, mobilitando tutte le risorse disponibili per finanziare una serie di provvedimenti idonei ad alleviare le attuali difficoltà, con la riduzione dei tributi locali – a partire dalla TARI – e con l’adozione di incisive misure di sostegno, da concordare con le associazioni di categoria.

Ci sembrava una richiesta di assoluto buonsenso, purtroppo respinta per partito preso in Consiglio comunale sia dall’assessore Manus – che interveniva in videoconferenza dalla Liguria – sia dal Sindaco e soprattutto dal Capogruppo Congiu, aspirante assessore in pectore al Bilancio e Programmazione.

A creare profondo sconcerto, sono soprattutto le argomentazioni utilizzate dagli esponenti della Maggioranza per giustificare questo irresponsabile immobilismo. A loro dire infatti, nel bilancio non si possono reperire stanziamenti adeguati, se non nella misura di poche decine di migliaia di euro.

Possibile che l’Assessore attuale e quello in pectore, ignorino che – grazie al Decreto Legge n. 18 varato dal Governo il 17 marzo scorso (il cosiddetto “Cura Italia”) – il Comune di Macomer, ha già immediatamente disponibili in bilancio oltre 400.000 euro, grazie alla norma che esenta i Comuni dal versare nel 2020 la quota capitale della rata di ammortamento dei mutui, proprio per consentire di varare interventi di contrasto alle conseguenze economiche dell’epidemia? Tale somma inoltre può essere ulteriormente incrementata con gli risparmi che è possibile operare su altri capitoli di spesa, come le mense ed il riscaldamento delle scuole chiuse anticipatamente, l’annullamento delle fiere, spese non essenziali, etc.

In sostanza il Comune di Macomer avrebbe potuto mettere subito in campo un pacchetto di oltre mezzo milione di euro per venire incontro alle attività produttive ed alle famiglie, come altri Comuni - anche più piccoli di Macomer, come Gavoi od Ollolai - hanno già fatto, azzerando la TARI per le aziende costrette all’inattività, riducendola per le famiglie, adottando misure atte ad evitare il tracollo del sistema produttivo. Siamo certi che un serio commissario prefettizio si sarebbe attivato immediatamente in questa direzione.

Dobbiamo forse pensare che l’immobilismo dell’amministrazione comunale nasce dalla volontà preconcetta di respingere una proposta sensata solo perché viene da una forza di opposizione? Oppure, è solo il tentativo di rilanciare l’immagine un po’ appannata del sovranismo locale, tentando di strumentalizzare le attuali difficoltà in chiave antigovernativa?

Sembra proprio quest’ultimo il vero obbiettivo dell’ordine del giorno (proposto da Congiu e votato dalla Maggioranza) per chiedere al Governo, tramite l’ANCI, di consentire l’utilizzo di una parte delle risorse accantonate nel fondo “crediti di dubbia esigibilità”: un tentativo fuorviante e puerile di intestare al Comune di Macomer la primogenitura di una rivendicazione già presente nelle proposte che l’ANCI aveva inoltrato venti giorni prima al Governo, tra l’altro non per gli interventi di contrasto alla crisi indotta dall’emergenza sanitaria (già disposti con Decreto “Cura Italia”), ma per evitare il dissesto dei bilanci comunali causato dalla drastica riduzione del gettito dei tributi locali.

Forum per la Rinascita di Macomer

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK