Ritrovato un corpo di “difficile identificazione”: potrebbe essere quello di Manuel Careddu

| Categoria: Cronaca
STAMPA

 

GHILARZA. Non troppo distante dal cimitero di Ghilarza, in località Costaleri, è stato rinvenuto a metà mattinata dagli inquirenti un cadavere in avanzato stato di decomposizione.

Non c'è l'ufficialità dell'identità, ma questa volta parrebbe proprio trattarsi dell'epilogo della sconvolgente vicenda che ha portato alla morte del diciottenne macomerese Manuel Careddu, ucciso per mano di un gruppo di giovanissimi per un piccolo debito legato allo spaccio della droga.

Dopo aver perlustrato prima il lago, poi i terreni circostanti, infine ieri gli inquirenti, probabilmente su indicazione di uno dei ragazzi arrestati e sotto interrogatorio in questi giorni, si sono concentrati nei terreni di campagna attorno al cimitero di Ghilarza, rinvenendo un corpo sotterrato.

Se giustamente prosegue il riserbo da parte degli inquirenti, le dichiarazioni sull'impossibilità di accertare l'identità del cadavere fa pensare ad una conferma delle ipotesi più sconvolgenti circolate nei giorni scorsi sulla brutalità indicibile dell'omicidio. Si aspetta il referto del Medico Legale. 

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK