Silanus, 3 nuovi positivi al Covid. Il Sindaco Arca: “ponidebos sa mascherina ca si nono che la finomos male meda”

| Categoria: Attualità
STAMPA

 

SILANUS. Ci sono altri 3 nuovi casi accertati di positività al Covid-19 nel territorio di Silanus. Il totale dei positivi sale a 12, mentre 4 sono le persone clinicamente guarite. A comunicarlo è il Sindaco Gian Pietro Arca, che ancora una volta richiama tutti al senso di responsabilità e alla necessità di rispettare le misure per contenere il contagio.

Di seguito, integralmente, la comunicazione del Primo cittadino:

Carissimi,

come già molti di voi sapranno, rispetto alla mia ultima comunicazione avvenuta qualche giorno fa, purtroppo, sono risultati positivi al Covid-19 altri tre nostri compaesani.

Voglio ricordare a chi, per motivi che francamente non riesco a comprendere, continua a non rispettare le prescrizioni volte a contrastare il virus che si sta diffondendo nella nostra comunità in maniera preoccupante, che la mascherina, insieme agli altri accorgimenti prescritti, serve per proteggere voi stessi e, soprattutto, i cosiddetti soggetti deboli, come anziani o persone con patologie pregresse, che se dovessero contrarre il virus, mai Dio voglia, come ho rimarcato molte volte, dopo atroci sofferenze morirebbero.

È notizia di oggi che un giovane di 33 anni sarebbe morto a causa del Covid-19.

Inoltre, voglio rivolgermi direttamente ai baldanzosi ragazzi, che con arroganza e maleducazione, secondo quanto riferitomi da alcune persone e poc’anzi dall’ARST, si rifiutano di indossare la mascherina all’interno dell’autobus che li conduce a Macomer, per dire loro che:

Tali gesti, che non hanno necessità di alcun commento per quanto stupidi, possono portare le autorità competenti ad adottare provvedimenti che, credetemi, potrebbero creare seri problemi a voi e ai vostri genitori.

Prendiamo tutti esempio dagli anziani che, nonostante il grande fastidio che può arrecare loro, con responsabilità e senso civico utilizzano sempre la mascherina.

Bo lu naro in Sardu, ponidebos sa mascherina ca si nono, in bidda puru, che la finomos male meda.

A proposito di ARST, poc’anzi è stata da me contattata per chiedere se corrisponde al vero che i ragazzi diretti a Macomer, come comunicatomi da alcuni genitori, stanno “viaggiando ammassati”.

Di seguito la risposta datami da ARST per le vie brevi, la quale, oltre a manifestare piena disponibilità per cercare di risolvere rapidamente eventuali problemi che dovessero manifestarsi, ha garantito controlli marcati:

Premesso che le norme riguardanti il distanziamento nei sistemi di trasporto emanate dal Governo, indicano che sugli autobus possa essere utilizzato l'80% dei posti disponibili (compresi gli eventuali posti in piedi previsti), con l'obbligo di utilizzo della mascherina per tutta la durata del tragitto.

Attualmente il servizio di pendolarismo scolastico viene garantito verso Macomer da due autobus, di cui uno specificamente dedicato ai soli utenti di Silanus, per un totale di circa 100 posti a sedere.

A seguito delle verifiche sul numero di passeggeri trasportati non sono emerse criticità da sovraffollamento in quanto entrambi i veicoli conservavano sino a fine corsa un congruo numero di posti liberi…”.

Tanto detto riporto i dati ufficiali relativi alla situazione sanitaria nel nostro paese:

n. 4 soggetti clinicamente guariti da Covid-19;

n. 12 soggetti positivi al Covid-19.

Un abbraccio

Gian Pietro

 

Contatti

redazione@ilmarghine.net
tel. 347.0963688
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK