Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Bolotana. Il caos ordinario e quotidiano di Piazza Carlo Alberto, l'appello di un commerciante: "basta ignorare il problema, si trovi una soluzione"

| di Aldo Ortu, commerciante di Bolotana
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

BOLOTANA. Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Aldo Ortu, commerciante bolotanese, che lancia un appello affinché si affronti e si risolva la grave situazione della viabilità nel pieno centro del paese. 

L'istantanea immortala solo un attimo, ma può essere anche rappresentativa di una situazione di ordinario e quotidiano disagio. Il protagonista involontario dello scatto è uno dei tanti trasportatori che ogni giorno con estremo coraggio si “azzardano” ad accedere con il loro mezzo alla caotica Piazza Carlo Alberto di Bolotana (punto nevralgico del paese che collega Via Umberto, probabilmente la più trafficata in quanto ospita ben 11 attività). Il trasportatore stavolta non è nemmeno riuscito ad entrare nella piazza per poter, giustamente, scaricare della merce, a causa dell’ennesimo caos che da anni regna in quella piazza.

Di norma, avrebbe dovuto scaricare in un apposita area destinata allo scarico merci, qua inesistente da anni, ma presente in qualsiasi città o paese che si rispetti. In quella piazza quindi, non è nemmeno potuto accedere, a causa di un traffico ingestibile, proprio perché nel nostro Comune non c’è nessuno che potrebbe gestirlo, e chi dovrebbe di competenza risolvere il problema preferisce rimanere impassibile di fronte a una situazione così delicata.

Ebbene, in questo caso l’autista ha dovuto fare tutta la strada percorsa con la retromarcia sino all’uscita del paese. Sfido chiunque ad eseguire tutte le manovre in retromarcia con un camion in quella strada. Ma se in quel momento fosse intervenuta d’urgenza l’ambulanza accedendo da Via Umberto e con delle macchine a seguito, cosa avrebbe dovuto fare? Qualcuno riesce a dare una risposta?

Sono tanti i clienti a lamentare una tale situazione di disagio. Addirittura riferiscono a noi commercianti che non si fermano ad acquistare perché hanno il terrore di affrontare quelle situazioni. Ma si lamentano nel posto sbagliato. Sarebbe doveroso lamentarsi nelle sedi opportune, come ha fatto il sottoscritto, anche se mi sono reso conto che chi di competenza continua ad ignorare il problema, semplicemente non curandosene. Eppure si tratta dell’economia locale, dell’economia del tuo paese. Quella che andrebbe assolutamente difesa, non certo boicottata.

Le soluzioni ci sarebbero, basterebbe semplicemente preoccuparsi. Sono tre anni che Bolotana non ha più un vigile fisso, che possa intervenire in queste numerosissime situazioni di disagio, che oltretutto si manifestano in tutto il paese. Il buon senso è ormai utopia, inutile richiamarlo. Personalmente per ben 3 volte mi sono rivolto a quello che è, anche formalmente, il posto giusto, ovvero il Comune, e l’ho fatto a nome di tutti i cittadini di Bolotana, perché il problema riguarda tutti noi e perché siete voi, giustamente, che desiderate trovare un posto libero per la vostra macchina e fare il vostro piacevole acquisto dalle varie utenze commerciali…… ma una risposta non c’è mai stata. Siamo anni che aspettiamo….arriverà?

Aldo Ortu, commerciante di Bolotana

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK