Bolotana. Sulla Via dei Rifiuti per l'economia della discariche: le polveri nere che fanno scoprire l'ampliamento di Coronas Bentosas

| di Giulia Serra
| Categoria: Attualità
STAMPA
Le polveri nere dentro la discarica

 

BOLOTANA. Se non fossero arrivate di nuovo quelle che parrebbero essere polveri di Carbone, così come in quella nefasta estate del 2017 che fu caratterizzata dall'incendio dentro l'impianto, chissà quando i cittadini di Bolotana lo avrebbero scoperto: la società Barbagia Ambiente ha presentato un progetto per l'ampliamento della discarica di rifiuti speciali nel territorio di Bolotana, in località Coronas Bentosas.

La notizia viene fuori del tutto casualmente ieri sera, durante la seduta del Consiglio Comunale di Bolotana. La capogruppo di minoranza Antonella Pisanu chiede, alla fine della discussione sull'unico punto all'ordine del giorno riguardante la concessione dell'ex caserma di Bardosu al Corpo Forestale, di poter fare una domanda. Nella discarica di Coronas Bentosas sono comparsi dei cumuli di polvere nera, visibili dalla strada. La capogruppo chiede se il Comune ne sia a conoscenza, sottolineando che quegli stessi cumuli comparvero nel sito nel Luglio del 2017, pochi giorni prima dell'incendio scoppiato all'interno nella discarica che per 10 ore bruciò rifiuti funestando la zona.

A rispondere è la Sindaca Annalisa Motzo, che dice di non essere al corrente dei carichi di presunta polvere di carbone, ma aggiunge: “sappiamo che Coronas Bentosas ha depositato un progetto per l'ampliamento in elevazione delle vasche. Su questo noi abbiamo avanzato dei dubbi, vediamo come va, perché in questa fase il Comune di Bolotana non può esprimere un parere, perché il procedimento è in capo alla Provincia e alla Regione”.

Inaspettatamente, una domanda sullo stoccaggio di polvere nera dentro la discarica fa emergere una notizia d'interesse generale rimasta fino ad ora ad esclusiva conoscenza di pochi.

Abbiamo fatto una ricerca: il progetto per ampliamento di Coronas Bentosas viene depositato il 2 Dicembre del 2019. L'autorità competente è il Servizio di valutazioni ambientali (SVA) dell'Assessorato regionale alla difesa dell'ambiente. Il progetto ha l’obiettivo di incrementare la volumetria netta della discarica in esercizio di ulteriori 252.800 m3 (la volumetria netta attuale è di 200.000 m3) da ottenersi mediante la costruzione di 2 argini di contenimento/sopraelevazione. Significa che la discarica andrà ad ampliarsi in altezza.

L'avviso pubblico dell'avvio della procedura di VIA è stato pubblicato sul sito regionale Sardegna Ambiente il 4 Marzo 2020. Da quella data, vi erano 60 giorni di tempo nei quali il pubblico interessato poteva presentare osservazioni.

I cittadini di Bolotana lo scoprono, per puro caso, il 5 Agosto.

 

Giulia Serra

Contatti

redazione@ilmarghine.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK